Home » Campi Flegrei » Bacoli » Josi Della Ragione: “Attaccate me ma non create danni ai cittadini”.

Josi Della Ragione: “Attaccate me ma non create danni ai cittadini”.

Bacoli. Il sindaco della Ragione. C’è chi ha provato a speculare anche sui bambini. Sui loro sorrisi, sulla loro gioia. E così una pista di pattinaggio sul ghiaccio, all’aperto, in una piazza pubblica, è stata additata come se fosse la causa di questa pandemia. E così un luogo di svago, di divertimento, per la prima volta vivibile a Bacoli, in un bene comunale, in modo contingentato, e con mascherine, è stato accusato di essere la principale causa dei contagi in paese. Allucinante.

L’obiettivo? Il solito. L’unico. Attaccare il sindaco. Lo ripeterò all’infinito. Fino a quando attaccate me, va bene. Taccio. Ma quando, per colpire me, create danni ai cittadini, allora alzo la voce. Non ve lo consento. Ancora di più quando, in una furia cieca, mossa da gelosia e frustrazione, a pagarne dazio potrebbero essere i nostri piccoli.

Bacoli era un paese senza spazi per i nostri bimbi. Fino a pochi anni fa, non esisteva neanche una giostrina gratuita, libera. Zero luoghi di aggregazione. Zero. In pochi mesi, abbiamo voltato pagina. Oggi una famiglia di Bacoli, e non solo, può portare i propri figli al campo di basket e pallavolo a Bellavista. O, sempre lì, alle giostrine pubbliche. I nonni possono accompagnare i nipoti alla piccola pista di ghiaccio sintetico, presso la Sibilla di Jorit. O nel parco giochi inclusivo, anche per bambini speciali, al Frutteto del Fusaro. Così come alle giostrine di Parco Cerillo. I bambini possono correre alle luminarie del Parco Vanvitelliano o in quelle del Centro Storico. E, da qualche giorno, ragazzi ed adulti, si stanno divertendo alla pista di ghiaccio naturale in piazza Marconi. Sono più punti, tutti aperti, che ci consentono di far vivere la città. Senza assembramenti. In modo diffuso.

Che vogliamo fare con i nostri piccoli? Li vogliamo chiudere in casa? Li sbattiamo in una stanza, da soli, e buttiamo le chiavi? E che ne facciamo dei gravi disagi psicologici e sociologici che, già il primo lockdown, hanno già vissuto i nostri bimbi? E poi. Ma come si può paragonare la scuola, con classi al chiuso, e piene di alunni e insegnanti, con una pista all’aperto? Come si possono paragonare piccoli spazi al chiuso, come le aule nelle scuole, con una lastra di ghiaccio, di circa 200 mq, in una delle piazze pubbliche più grandi di Bacoli?

Aggiungo. La nostra città è un’eccellenza in Italia nella gestione dei vaccini. Abbiamo somministrato oltre 65.000 vaccini. E siamo ad oltre 700 bimbi che si sono vaccinati nel Sito Reale del Fusaro. Dalla prossima settimana li vaccineremo ogni giorno. Siamo tra i pochi Comuni della Campania che permette ai propri cittadini, in sinergia con l’Asl Napoli 2 Nord, di avere un centro vaccinale praticamente sotto casa. Per grandi e piccini.

E tutto questo è reso possibile grazie anche ad una scelta. Che nessun altro sindaco italiano ha fatto. Quella di conferire ad un medico la gestione dell’Emergenza COVID-19. Una professionista eccezionale, al servizio del paese. Un medico che è consigliere comunale, e che siede tra i banchi dell‘opposizione. Mario Di Bonito. Una decisione, che assunsi un anno fa, perché per gestire una pandemia c’è bisogno dell’aiuto di tutti. Una scelta, che rifarei altre mille volte, che ho compiuto anche per evitare ogni tipo di strumentalizzazione politica. Almeno su questo. Dalla gestione della vita pubblica, durante l’emergenza sanitaria. Alla diffusione dei vaccini. Ogni scelta fatta, è condivisa anche con lui. Insieme abbiamo aperto il centro vaccinale a febbraio. Insieme lo abbiamo riaperto a settembre. Insieme abbiamo reso possibile i vaccino anche ai bambini. Insieme abbiamo deciso di accendere le luminarie di Natale o di aprire le piste di ghiaccio. Insieme affrontiamo ogni difficoltà che la pandemia ci pone davanti.

È una scelta di campo. Di condivisione assoluta con tutti. E che pone le competenze al centro, per uscire da questo tempo così difficile. Chi non lo capisce, crea solo confusione. Chi non lo capisce, strumentalizza. E mi fermo qui.

Insieme, con tutto il popolo bacolese, continueremo ad affrontare questa pandemia. Con coraggio, con passione. Senza mai risparmiarci. Per amore della città. Per i nostri bambini.

Un passo alla volta.

Notizia interessante

Bacoli. Ladri in casa di Nello Savoia.

Bacoli. Tentato furto a casa del consigliere di Fratelli d’Italia Nello Savoia. A raccontare la …