Home » Albo Pretorio » Monte di Procida, ormeggiare ad Acquamorta costerà di più dal 2024. Cosa cambia e perché

Monte di Procida, ormeggiare ad Acquamorta costerà di più dal 2024. Cosa cambia e perché

Oggi, 23 novembre 2023, il Comune di Monte di Procida ha emanato una delibera riguardante l’analisi dei costi di gestione dei servizi connessi agli ormeggi nel Porto di Acquamorta e l’aggiornamento del piano tariffario. La decisione è stata presa dal Commissario straordinario Dott. Giovanni Lucchese, affiancato dal Segretario generale Dott. Lorenzo Capuano.

L’oggetto principale della delibera è l’analisi approfondita dei costi legati alla gestione degli ormeggi nel Porto di Acquamorta e l’adeguamento delle tariffe in base alle nuove spese sostenute dal Comune. Questa decisione è stata presa considerando diversi fattori, tra cui l’attuale contratto di appalto dei servizi portuali stipulato nel 2022 con la società G.D.M. S.p.A., le recenti trasformazioni infrastrutturali nel porto e l’aumento dei canoni delle Concessioni demaniali marittime.

Negli ultimi anni, il Comune di Monte di Procida ha investito ingenti risorse nelle strutture portuali, come la trasformazione del campo boe in ormeggio stagionale con pontili galleggianti e interventi per la messa in sicurezza delle strutture portuali. Questi investimenti hanno contribuito a migliorare significativamente i servizi offerti nel Porto di Acquamorta, rendendolo più efficiente e attrattivo per gli utenti.

L’analisi dei costi ha evidenziato, però, un notevole incremento delle spese fisse di gestione rispetto all’ultimo aggiornamento delle tariffe ormeggio nel 2013. In particolare, si è registrato un aumento significativo nel costo dell’attuale appalto dei servizi portuali che ha comportato un incremento annuo di € 276.778,82 rispetto al contratto precedente del 2014.

Per garantire un bilanciamento equo degli incassi necessari a mantenere standard di qualità, si è deciso di aumentare le tariffe degli ormeggi. L’aumento, calcolato in base agli incrementi specifici dei costi relativi agli ormeggi, rappresenta un aumento del 36,28% rispetto all’incasso stimato nel 2013.

La delibera propone quindi l’approvazione di un nuovo piano tariffario che entrerà in vigore dal 1 gennaio 2024. Questo piano prevede anche la tempestiva assegnazione dei posti barca nel Porto di Acquamorta attraverso appositi bandi.

La decisione di aggiornare le tariffe è stata presa con l’obiettivo di garantire una gestione sostenibile del Porto di Acquamorta, mantenendo standard elevati e considerando gli investimenti significativi effettuati per migliorare i servizi offerti. La delibera sarà immediatamente eseguibile, contribuendo così a assicurare una transizione senza intoppi verso il nuovo piano tariffario nel 2024.

Di seguito il nuovo piano tariffario 2024-2025:

Notizia interessante

Offerta di Lavoro stagionale di Aloha Eventi

Sei pronto per un’avventura emozionante? Vuoi far parte di un team dinamico e creativo, pronto …