Home » Campi Flegrei » Bacoli » La polemica del ristorante di Bacoli: bambini vietati per salvaguardare l’eleganza e la sicurezza

La polemica del ristorante di Bacoli: bambini vietati per salvaguardare l’eleganza e la sicurezza

Polemiche a Bacoli: ristorante esclude i bambini per preservare l’ambiente

La decisione del titolare del ristorante “Hostari Oasi Marina” di Bacoli ha scatenato una fervente polemica e sollevato dibattiti sulla gestione degli spazi pubblici e sul ruolo dei genitori nella disciplina dei propri figli. Il gestore, Pino Milucci, ha recentemente annunciato la sua drastica decisione di vietare l’ingresso alle famiglie con bambini sotto i 14 anni, affermando che le loro azioni caotiche stavano compromettendo l’ambiente del ristorante.

La controversia è scoppiata quando Milucci ha spiegato la sua decisione durante un’intervista TV a Pomeriggio Cinque, sottolineando i problemi causati dai bambini e la mancanza di cooperazione da parte dei genitori. Il gestore ha raccontato di dover rimuovere i bicchieri da vino dai tavoli a causa dei danni provocati dai giovani clienti, che correvano tra le piante mettendo a rischio la sicurezza degli altri clienti.

La reazione del titolare non si è fatta attendere, con un annuncio sulla pagina Facebook del ristorante che recitava:

Nostro malgrado ci siamo visti costretti a non accettare più prenotazioni con bambini o ragazzi di età inferiore ai 14 anni. Non ce ne vogliate, ma è colpa di tanti genitori che non sono tali.”

Una dichiarazione che ha sicuramente acceso i riflettori sulla questione, portando la discussione sui social media e suscitando un acceso dibattito tra i sostenitori e i critici della decisione.

Milucci ha ribadito la sua posizione durante l’intervista televisiva, evidenziando la difficoltà nel gestire la situazione con alcuni genitori che difendevano incondizionatamente i propri figli e rifiutavano di ammettere il problema. Questa decisione estrema del ristoratore non è stata accolta positivamente da tutti, generando una vivace discussione sulla giustezza di vietare l’accesso a una specifica fascia d’età.

La storia ha sollevato domande più ampie sulla responsabilità genitoriale e sul modo in cui le azioni dei bambini dovrebbero essere gestite nei luoghi pubblici. Mentre alcuni sostengono la decisione di Milucci come un atto necessario per mantenere l’eleganza e la sicurezza del suo locale, altri lo accusano di discriminazione eccessiva nei confronti delle famiglie con bambini.

La controversia attorno a questa vicenda di Bacoli continua a suscitare reazioni contrastanti, ponendo l’attenzione sul delicato equilibrio tra la libertà dei genitori di frequentare locali pubblici e la responsabilità di garantire un ambiente piacevole e sicuro per tutti i clienti.

Resta da vedere se il ristorante cambierà la sua politica o se la decisione di Milucci sarà mantenuta nonostante le critiche.

Notizia interessante

Pino Tammaro Club Manager dell’Asd Montecalcio.

L’Asd Montecalcio rende noto l’accordo con Pino Tammaro, che avrà il ruolo di Club Manager …