Home » Annunci » Campania, partono i test di allarme pubblico per situazioni di grave emergenza. Ecco il messaggio che arriverà

Campania, partono i test di allarme pubblico per situazioni di grave emergenza. Ecco il messaggio che arriverà

IT-alert

Sistema nazionale di allarme pubblico

Cos’è IT-alert

IT-alert rappresenta un nuovo sistema di allarme pubblico con l’obiettivo di fornire informazioni dirette alla popolazione durante situazioni di emergenza critica. Questo sistema invia messaggi ai telefoni cellulari presenti in specifiche aree geografiche in caso di gravi emergenze o catastrofi imminenti o in corso. Attualmente, IT-alert si trova in fase di sperimentazione.

Quando entrerà in funzione, il Servizio Nazionale di Protezione Civile integrerà IT-alert con le modalità di informazione e comunicazione già esistenti per informare la popolazione durante eventi emergenziali. Questo contribuirà a promuovere l’adozione di misure di autoprotezione a seconda del tipo specifico di rischio e del contesto. IT-alert collabora con i sistemi di allarme già in uso a livello locale e, sebbene non sia una soluzione esaustiva, mira a diffondere rapidamente le prime informazioni sulle potenziali situazioni di pericolo in relazione a eventi passati o imminenti.

Il messaggio IT-alert raggiunge chiunque si trovi nell’area coinvolta nell’emergenza o nell’evento catastrofico e disponga di un telefono cellulare attivo. Questo servizio aderisce allo standard internazionale “Common Alerting Protocol” (CAP) per garantire l’interoperabilità completa con altri sistemi di allerta, emergenza e avvisi, sia a livello nazionale che internazionale.

Come Funziona

IT-alert è un servizio pubblico che mira a informare tempestivamente le persone coinvolte durante gravi emergenze o eventi catastrofici imminenti o in corso. L’obiettivo principale è ridurre l’esposizione al pericolo sia a livello individuale che collettivo.

Questi messaggi IT-alert vengono diffusi attraverso il metodo del cell-broadcast. Ogni dispositivo mobile connesso alle celle delle reti degli operatori di telefonia mobile può ricevere un messaggio “IT-alert” se è acceso. Utilizzando la tecnologia del cell-broadcast, i messaggi IT-alert possono essere inviati alle celle telefoniche geograficamente vicine, definendo un’area che corrisponde il più possibile all’area interessata dall’emergenza.

La tecnologia del cell-broadcast funziona anche in situazioni di campo limitato o quando la banda telefonica è congestionata.

Tuttavia, i dispositivi che sono spenti o che non hanno segnale non riceveranno i messaggi IT-alert e potrebbero non emettere alcun suono se la suoneria è silenziata.

È importante notare che non è necessario scaricare un’app specifica per ricevere i messaggi IT-alert. In alcuni casi, potrebbe essere necessario verificare la configurazione del dispositivo, ad esempio dopo il ripristino di un backup o quando si utilizza una versione obsoleta del sistema operativo.

Test simulazione di allarme pubblico IT ALERT

Il prossimo 12 settembre 2023, verso le 12:00, la regione Campania parteciperà alle iniziative programmate a livello nazionale per testare e divulgare il sistema di allarme pubblico IT-alert. Si prevede che il sistema sarà pienamente operativo su tutto il territorio nazionale entro la fine dell’anno 2023.

Il sistema IT-alert consente ai fornitori di servizi di comunicazione mobile di diffondere allarmi pubblici agli utenti finali durante gravi emergenze e situazioni catastrofiche imminenti o in corso. Questa diffusione avviene attraverso l’invio di messaggi denominati “Messaggi IT-alert”.

Per maggiori informazioni, è possibile consultare i seguenti link:

https://www.protezionecivile.gov.it/it/normativa/direttiva-del-7-febbraio-2023/
https://www.it-alert.it

L’obiettivo di questa prova, che avrà luogo anche in Campania il 12 settembre 2023 alle 12:00, è il seguente:

Far conoscere IT-alert come il nuovo sistema di allarme pubblico che, in situazioni di gravi emergenze e catastrofi imminenti, può raggiungere le aree interessate (dettagli sui rischi e sui comportamenti da seguire non saranno forniti in questa fase).

Informare i cittadini che il 12 settembre 2023 verrà effettuata una prova di invio del messaggio di allarme, fornendo dettagli su come apparirà e suonerà sui dispositivi, nonché istruzioni su come reagire (oltre a premere “ok” e compilare il questionario sul sito IT-alert). Questo consentirà di identificare il suono e l’aspetto visivo del messaggio.

La prova consisterà nell’invio e nella ricezione di un messaggio IT-alert a tutta la popolazione presente nel territorio della Campania, seguito dalla possibilità di compilare un questionario online.

La tecnologia utilizzata è il “servizio cellbroadcast”, un metodo unidirezionale e generalizzato di invio di brevi messaggi di testo presente nelle reti di telefonia mobile attuali. Il cellbroadcast funziona anche in condizioni di connessione limitata o quando la banda telefonica è congestionata. Tuttavia, il servizio non è operativo se il dispositivo è spento.

Il Messaggio di TEST

Il messaggio IT-ALERT inviato in questa simulazione sarà il seguente:

Questo è un MESSAGGIO DI TEST del sistema di allarme pubblico italiano. Una volta operativo, ti avviserà in caso di grave emergenza.”

Notizia interessante

Scosse e Bradisismo intervista al prefetto di Napoli Michele Di Bari a Bacoli. Video

Scosse e Bradisismo intervista al prefetto di Napoli Michele Di Bari a Bacoli.Video di Pacosmart.