Home » Opinioni » La verità sul degrado spiagge di Capomiseno di Giovanni Romano

La verità sul degrado spiagge di Capomiseno di Giovanni Romano

spigge misenoBACOLI. Una situazione ormai presente da circa un decennio. Sulle spiagge di Capomiseno e precisamente dall’anno del 2007 (vedi link) ed in particolare sui lidi militari come quello della marina militare vi sono state delle modifiche dell’assetto dello stabilimento per quanto riguardo lo spazio libero destinato ai bagnanti. Dette modifiche hanno fatto sì che i bagnanti avessero meno spazio libero a disposizione e che le persone si ammassassero tutte come animali accalcandosi in uno spazio ristretto. Vi erano inoltre altre problematiche. Sul lido dell’esercito vi era un enorme massa di rifiuti che venivano depositati sulla spiaggia. Dopo alcune petizioni fatte in anni diversi, raccolte interamente dallo scrivente, dei bagnanti di Capo Miseno, dei residenti del comune di Bacoli e dei militari presenti sui lidi per le vacanze estive; ed inviate al comune di Bacoli, alle forze armate ed alcuni colloqui con il sindaco di allora Antonio Coppola. Si sono avuti dei miglioramenti.

 

Le richieste di allora erano:

-Abolizione del ticket di 5 euro per l’accesso ai lidi di Capomiseno

-Creazione di area di spiaggia di almeno 500 metri ad uso esclusivamente gratuito per i bagnanti dicapomiseno;

-Parcheggio gratuito riservato ai residenti del comune di Bacoli;

-la possibilità di partecipare alla messa domenicale nel lido dell’esercito appartenente alle forze armate;

-la vigilanza sulle spiagge notturna e diurna nel periodo estivo per controllare chi abbandona i rifiuti sulla spiaggia e per questioni di sicurezza.

 

Innanzitutto dopo la manifestazione fattasi in data 31-08-2008 sul lido dell’esercito. Il suo personale pulì tutto lo stabilimento e da allora ha mantenuto costantemente e diligentemente la pulizia dell’arenile. Sul lido dell’esercito sono state inserite dal 2010 attività ludiche per i giovanicome (altalene, scivoli ,etc) per i bambi e campi di pallavolo come in passato. Inoltre è stata aggiunta anche l’animazione.

Si è avuta la vigilanza notturna e diurna sulle spiagge sempre dal 2010 grazie alla collaborazione delle autorità competenti di allora; dal 2011 anche dell’abolizione del ticket di 5 euro.

Ci tengo a precisare che le cose ottenute sono dovute alla buona diligenza dello scrivente che ha interloquito con chi di dovere, alle segnalazioni riferitemi dai bagnanti di capomiseno, a una protesta di bagnanti e cioè di civili e non di partiti o di freebacoli, alla collaborazione del lidi militari e dei comandi delle forze dell’ordine dell’amministrazione e non grazie a free Bacolio ai partiti politici che nel 2010 hanno fatto una grande campagna elettorale su Capomiseno in seguito alle denunce presentate dallo scrivente e alle manifestazioni tenutesi nel 2008 prima dell’avvento dei partititi che peroravano la causa delle spiagge di Capomiseno.

Quando nel 2009 notai che si era creato un blog freebacoli dove l’ex sindaco Josi non era neanche consigliere segnalai le problematiche di capomiseno a freebacoli. Non vi fu nessuna pubblicazione delle problematiche. Non dandomi per vinto decisi di postare sulla pagina di freebacoli detta problematica.

Il caro Josi e la sua combriccola di amici mi scriveva su facebook commenti negativi e deplorevoli nei mei confronti con allusioni da parte del suo gruppo della mia candidatura nel 2010 come sindaco di Bacoli.

Capivo da li che era un blog fatto da ragazzi che volevano emergere e che pertanto la realtà di freebacoli era e credo lo sia anche ora molto settoriale. Devi far parte del loro gruppo se vuoi scrivere di un iniziative o di una problematica, altrimenti riceverai critiche in quanto nonostante in passato 2009-2010, Josi e company avevano dichiarato che freebacoli non era un movimento politico e che non si sarebbe usato il marchio di freebacoli per la campagna elettorale, usando al postodi esso una lista civica chiamata: ’ Ci mettiamo la faccia’ come sponsor politico per le elezioni comunali del 2010, mentre nel 2015 abbiamo visto il marchio di freebacoli alle elezioni comunali.

Lasciai perdere eventuali questioni e mi dedicai a risolvere le problematiche interloquendo con le autorità preposte. E si sono risolti molti punti, ma non assolutamente grazie all’intervento di Josi,freebacoli o dei partiti politici di Bacoli, che a mio avviso sia lui che i partiti, come lo è stato da sempre, dimostrano di essere solo persone che vogliono apparire ed essere al centro dell’attenzione. Credevo che negli anni le cose erano cambiate ed invece…..spiegge capomiseno petizione025

 

Ecco alcuni link che raccontano i fatti nel periodo 2007-08:

https://www.youtube.com/watch?v=GKSfTKyuOGc anno 2007

https://www.youtube.com/watch?v=BGsebX84xAU maggio anno 2008

http://www.julienews.it/notizia/cronaca/spiaggia-capomiseno-degrado-nonostante-il-ticket/140153_cronaca_3.html julienews 28-08-2008

https://www.youtube.com/watch?v=dmiPS_1yQG8 agosto 2008

https://www.youtube.com/watch?v=jfyxlum9-YQ manifestazione 31 agosto 2008

Per il bene comune personalmente scrissi all’allora consigliere Josi della Ragione nel 2011 presidente della commissione Mare e Spiagge come al sindaco di Bacoli Ermanno Schiano con il quale ebbi dei colloqui.

Da li non vi fu modifica dello spazio libero in quanto bisognava aspettare al 2015 a causa degli accordi già presi dal comune con gli usufruitoti dei lidi.

Gli articoli di free Bacoli sono un ricalco di problematiche già segnalate in passato con la scritta freebacoli invece di altri, per la battigia dal 2007 e dal 2008 per tutto il resto. Infatti è errata la dicitura presente nell’articolo del 02-07-2013 di freebacoli presente al seguente link:

http://www.freebacoli.net/2013/07/il-sindaco-non-fa-rispettare-la-legge-spiagge-libere-ancora-negate-a-miseno.html

02-07-2013

Fino all’anno scorso almeno i lidi militari avevano la decenza di lasciare davanti alla battigia uno spazio di libera balneazione, permettendo cosi a chi non volesse o potesse usufruire dei servizi a pagamento di poter usufruire di un bene pubblico. Purtroppo da quest’anno anche i lidi militari, con l’avvallo del Comune di Bacoli, hanno optato per sottrarre ai cittadini la possibilità di avere una spiaggia libera.

Fino all’anno scorso??!!? (vedi segnalazione del 2007 e seguenti)

http://www.freebacoli.net/2011/07/manifestazione-al-municipio-riprendiamoci-le-spiagge-di-miseno-e-miliscola.html

Nel 2011,come sopraindicato, anno in cui scrissi a Josi con tanto di protocollo al comune di Bacoli finalmente ebbe la decenza di prodigarsi per le problematiche di Capomiseno ovviamente con articoli riguardanti il suo sito e non citando per motivi di privacy chi gli ha trasmesso la raccolta firme, le idee e altro.

10-07-2011

http://www.freebacoli.net/2011/08/petizione-boom-di-adesioni-a-bacoli-gia-600-firme-per-le-spiagge-libere.html

 

Adesso che il comune di Bacoli è commissariato la situazione per le spiagge libere è risolta stando a quello che dice freebacoli e Josi nell’articolo seguente:

2016

http://www.freebacoli.net/2016/07/miseno-1800-mq-di-spiaggia-tornano-liberi-il-tar-da-ragione-al-comune-di-bacoli.html

Spiagge libere e concessioni demaniali: due argomenti caldi che vanno di pari passo, due tematiche che interessano tutta la città sui quali ci sono delle importanti novità su cui è bene fare un pò di chiarezza onde evitare equivoci e fraintendimenti vari.

Ed anche riporto testuali parole:

.Ci dicevano fosse una cosa impossibile ristabilire l’equità e la giustizia ed invece ci stavamo riuscendo”.

Per comprendere, ancora meglio, ciò che è avvenuto e quelli che sono gli effetti di quanto adottato dall’amministrazione guidata da Josi Gerardo Della Ragione è opportuno riavvolgere il nastro e tornare all’articolo dello scorso dicembre 2015 in cui c’è anche un’intervista a Quarto Canale.

Appunto per fare un po’ di chiarezza, per comprendere meglio la situazione e per evitare equivoci come riportano loro che si stanno facendo un po’ di pubblicità per le prossime elezioni sfruttando le problematiche di Capomiseno. Problematiche note a loro grazie alle mie segnalazioni e colloqui. Non è stato sicuramente freebacoli a ridare lo spazio libero, ammesso che lo sarà nel 2017 perché nel 2016 la situazione è rimasta invariata. Ma erano tutti i partiti che conoscevano la situazione e in consiglio comunale del dicembre del 2015 hanno modificato il piano, cosa che non si poteva fare con il governo di Ermanno Schiano perché si doveva aspettare la fine del 2015. Ma l’equità è che free Bacoli e Josi si devono prendere il merito sulle spalle degli altri.

Anche quest’anno lo spazio libero non c’è e le altre e i 150 posti non bastano neanche per i residenti che hanno dovuto fare certificati ISEE a iosa per accontentare i di più.

Grazie ex sindaco Josi, grazie a freebacoli e ai partiti per questa estate.ed in particolare aJosi che si vanta su facebook che la sua amministrazione ha risolto la problematica. C

È festa per Bacoli, abbiamo vinto: togliamo spiaggia ai privati, per darla ai cittadini.

– A MISENO TORNA LA #‎SPIAGGIALIBERA –

Dal 2005, dati ampliamenti illegali. Noi li abbiamo revocati. E il TAR ci dà ragione.

Bocciate le richieste avanzate da alcuni concessionari di lidi contro la revoca degli ampliamenti indirizzata con delibera di Consiglio Comunale del 22 Dicembre 2015 dalla nostra amministrazione.

Ora il Comune dovrà rendere eseguibile la revoca degli ampliamenti dal 2005 ad oggi sulle concessioni demaniali che lo Stato ha prorogato fino al 31/12/2020.

La soddisfazione che ripaga il duro lavoro del vice-Sindaco Marco Di Meo: “Evidentemente avevamo incanalato la strada giusta per riconsegnare le spiagge libere ai cittadini di Bacoli e non solo”.

Abbiamo recuperato 1800 mq di spiaggia che, dal 2005, le passate amministrazioni, a Miseno, hanno illegalmente concesso ai lidi privati.

Sembrava impossibile ma, grazie all’opera del vicesindaco Marco Di Meo, ci siamo riusciti.

Inciuci e pettegolezzi li lasciamo ad altri.

Per noi, parlano i fatti.

 

Esatto proprio caro RE Josi.

Bacoli 06-08-16

Dott. Giovanni Romano

Commenti:

Notizia interessante

Trasporti, Nappi (Lega): chiude la Cumana, ennesimo schiaffo di Eav ai pendolari

Trasporti, Nappi (Lega): chiude la Cumana, ennesimo schiaffo di Eav ai pendolari “Il mese di …