Home » Arte » A Bacoli, la storica alleanza tra i Medici e i Borbone: la Toscana e la Campania si uniscono per il turismo

A Bacoli, la storica alleanza tra i Medici e i Borbone: la Toscana e la Campania si uniscono per il turismo

Nella splendida cornice del Parco Borbonico del Fusaro a Bacoli, nei suggestivi Campi Flegrei, si è tenuto un evento straordinario che ha visto l’incontro tra due grandi tradizioni storiche d’Italia: i Medici e i Borbone. Questo evento, denominato ‘I Medici incontrano i Borbone – Un avvincente viaggio nella storia’, ha rappresentato un’importante occasione per promuovere il turismo in Toscana, concentrandosi anche sulle sue aree meno conosciute e stabilendo un solido legame con la Campania.

L’obiettivo principale di questo straordinario incontro era quello di incrementare i flussi turistici tra cultura ed enogastronomia, dimostrando come la storia e la tradizione culinaria possano essere un potente richiamo per i visitatori. La serata-evento ha avuto luogo nel Palazzo dell’Ostrichina, all’interno del Parco Borbonico, e ha visto la partecipazione di numerosi ospiti, tra cui Caterina de’ Medici, interpretata in modo impeccabile da Clara Svanera, accompagnata da soldati borbonici dell’Associazione di rievocazione storica Primo Reggimento Re. La serata ha avuto il suo culmine alla Casina Vanvitelliana, un gioiello architettonico situato all’interno del parco.

L’evento non è stato soltanto una passerella di costumi d’epoca, ma anche una celebrazione della cultura, della gastronomia e della storia. I partecipanti hanno potuto godere di danze e di una degustazione ‘rinascimentale’, con piatti tipici toscani arricchiti da alcune “digressioni” campane, curate con maestria dalla chef Alessia Uccellini. Questa sinergia culinaria ha dimostrato come la Toscana e la Campania condividano eccellenze enogastronomiche e una tradizione culinaria straordinaria.

Francesco Tapinassi, direttore dell’Agenzia Regionale Toscana Promozione Turistica, ha spiegato l’importanza dell’evento sottolineando come la Toscana sia stata recentemente riconosciuta da Lonely Planet come una destinazione da non perdere nel 2024. Questo riconoscimento è stato ottenuto grazie all’impegno nell’accoglienza dei visitatori e alla bellezza dei territori. La Campania, la sesta regione per arrivi a livello nazionale e la prima del Sud, rappresenta una preziosa opportunità di rafforzamento del flusso turistico per la Toscana.

Clara Svanera, responsabile del turismo culturale per l’Agenzia Regionale Toscana Promozione Turistica, ha evidenziato l’importanza del turismo culturale e dell’empatia nell’attrarre i visitatori. Questo incontro tra le corti di epoche diverse ha dimostrato quanto la cultura e la storia siano in grado di unire popoli e generazioni distanti nel tempo.

Il sindaco di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione, ha sottolineato l’importanza di coniugare la cultura borbonica con quella medicea all’interno del Parco Vanvitelliano. Il luogo non è solo un sito di bellezza, ma anche un luogo di vita vissuta e un polo culturale dei Campi Flegrei. L’obiettivo è trasformare questo luogo in un sito di arte contemporanea, coinvolgendo la comunità e le istituzioni.

L’evento si è concluso con una performance del comico-cabarettista Enzo Fischetti e ha visto la partecipazione di operatori e rappresentanti delle istituzioni. Inoltre, è stato presentato il progetto “Benvenute”, che ha raccontato i valori e le buone pratiche dell’accoglienza toscana attraverso la rievocazione di sei donne storiche legate al patrimonio della regione. Queste figure iconiche hanno sfilato in abiti storici, portando in vita la storia e la cultura della Toscana.

L’appuntamento ha rappresentato un importante passo verso la promozione del turismo in Toscana, offrendo un’occasione unica per unire le ricchezze culturali e gastronomiche di questa regione con la storia straordinaria della Campania. L’alleanza tra i Medici e i Borbone è un segno di collaborazione e condivisione di obiettivi che promette di portare benefici a entrambe le regioni, aprendo nuove opportunità per i viaggiatori in cerca di esperienze autentiche.

Notizia interessante

Campi Flegrei, 36 famiglie evacuate: arrivano 400 brandine dalla Protezione Civile

Sono 36 le famiglie di Pozzuoli che sono state sgomberate a causa dei rischi legati …