Home » Storia (Pagina 4)

Storia

Monte di Procida: 7 lire per la prima Festa dello Statuto, diventata poi Festa della Repubblica

Con la legge 5 maggio 1861, n. 7, venne istituito l’anniversario dell’Unità d’Italia, detta anche Festa dello Statuto Albertino o Festa Nazionale dello Statuto, con ricorrenza la prima domenica di giugno di ogni anno, per celebrare l’approvazione dello Statuto Albertino, la costituzione del Regno di Sardegna, promulgata il 4 marzo 1848 dal re Carlo Alberto di Savoia. Lo Statuto Albertino …

Leggi tutto »

Gli stabilimenti di Baia-Fusaro ed il siluripedio di San Martino nei documenti segreti della CIA

Il 2 ottobre del 2003, la Central Intelligence Agency (CIA) ha reso pubblico un documento precedentemente classificato, che consiste in un dettagliato report informativo compilato a fine maggio del 1951. Questo documento getta luce sull’ex Silurificio Italiano, fornendo una descrizione accurata dell’organizzazione e della produzione degli stabilimenti di Baia e del Fusaro, nonché della stazione di lancio situata sull’isolotto di …

Leggi tutto »

San Sossio di Miseno: una storia di fede e coraggio nel martirio

San Sossio, conosciuto anche come Sosio, è uno dei martiri puteolani venerati nella tradizione cattolica. Venne decapitato a Pozzuoli, insieme a San Gennaro, durante le persecuzioni dei cristiani ordinate dall’imperatore Diocleziano nel 305 d.C.. Durante quel periodo storico, i cristiani erano soggetti a gravi persecuzioni da parte delle autorità romane che cercavano di stroncare la diffusione della fede cristiana. Nonostante …

Leggi tutto »

64 anni fa l’asta per l’Isolotto di San Martino. Tra passato glorioso e presente decadente

A partire dal mese di luglio del 1958, l’isolotto di San Martino, precedentemente sede del siluripedio, tornò sotto la proprietà del comune di Monte di Procida. Il sindaco dell’epoca, il dottor Roberto Tozzi, decise di sfruttare al massimo l’Isolotto per rinvigorire le finanze comunali, così nel mese di gennaio del 1959, con una delibera firmata, bandì un’asta per il fitto …

Leggi tutto »

Il 24 maggio 1915: l’Italia si schiera nella Grande Guerra

Il 24 maggio 1915 è una data di grande importanza nella storia dell’Italia, poiché segna l’ingresso del paese nella Prima Guerra Mondiale. Quel giorno, l’Italia dichiarò guerra all’Austria-Ungheria, rompendo così la sua neutralità e unendosi alle potenze dell’Intesa. Le ragioni che portarono all’entrata dell’Italia nella guerra furono complesse e multifattoriali. Il governo italiano, guidato dal primo ministro Antonio Salandra, cercava …

Leggi tutto »

25 aprile, Festa della Liberazione: l’importanza di difendere la democrazia e la libertà

La Festa della Liberazione ra25 aprile, Festa della Liberazione: l’importanza di difendere la democrazia e la libertàppresenta uno dei momenti più importanti della storia italiana; la data del 25 aprile 1945 segna la fine della Seconda Guerra Mondiale e la liberazione dal regime fascista, che aveva governato il paese per venti anni. Quel giorno, le truppe alleate entrarono a Milano, …

Leggi tutto »

PERCORSI D’ARTE…MISIA. BACOLI E POZZUOLI. Ass. MARIANO SCOTTO VIDEO

INTERVISTA A MARIANO SCOTTO ASSESSORE ALLA CULTURA COMUNE DI BACOLI

Leggi tutto »

Il Ficus Magnolioide di Bacoli presentato agli alunni della Paolo di Tarso.

Oggi mercoledì alle ore 15, il sindaco di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione e l’assessore all’ambiente Mariano Scotto di Vetta mostreranno agli alunni dell’I.C.S. Paolo di Tarso in Via Risorgimento (incrocio con via De Curtis e Via Cerillo) una insegna che descrive ed indica la presenza di un albero secolare, il Ficus Magnolioide.   Il Ficus Magnolioide è un albero secolare di circa …

Leggi tutto »

Rievocazione storica alla Casina Vanvitelliana. Le guardie borboniche sono tornate al Parco Reale

Rievocazione storica alla Casina Vanvitelliana. Le guardie borboniche sono tornate al Parco Reale. Hanno eseguito il saluto alla bandiera, la scorta, il piantonamento. Ed, infine, il cambio della guardia a presidio della Casina. Con il consiglio di guerra. Dal ponte in legno, hanno poi sparato a salve, con la riproduzione fedele delle armi storiche. Su ordine del Capitano delle Guardie. …

Leggi tutto »

Monte di Procida, le elezioni del 1960 e del 1962; la caduta della D.C. di Tozzi e l’ascesa del prof. Scotto di Perta

Le elezioni comunali del novembre 1960 videro la piena conferma della Democrazia Cristiana guidata dal dott. Roberto Tozzi che venne rieletto, dal consiglio comunale, sindaco di Monte di Procida per la terza volta consecutiva. L’apprezzato medico abruzzese, specializzato in ginecologia e sposato con una donna della potente famiglia Pescarola di Procida, arrivò sul Monte nei primi anni ’30, inviato dal regime …

Leggi tutto »