Home » Rassegna stampa » Giacomo D’Ippolito vince il premio “Campania Terra Felix – Sezione libro”

Giacomo D’Ippolito vince il premio “Campania Terra Felix – Sezione libro”

Il Premio è organizzato dall’Associazione della Stampa Campana “Giornalisti Flegrei”, patrocinato dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, con l’Alto Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Cultura, del Ministero dell’Istruzione e del Merito ufficio scolastico e regionale della Campania, l’Ordine degli Avvocati di Napoli, la Regione Campania e tutti i comuni dell’area flegrea. L’iniziativa gratifica i giornalisti che con il lavoro svolto nell’area dei Campi Flegrei, con servizi video-giornalistici, radiofonici, su carta stampata e web, hanno promosso il turismo, la cultura, l’ambiente, la storia, l’archeologia, i beni culturali, il sociale, lo sport e la scienza. Sono stati istituiti anche Premi Speciali: alla Carriera, alla Sanità, alle Forze dell’Ordine, alla Giustizia, allo Sport, allo Spettacolo.
La cerimonia di premiazione è fissata per sabato 2 Dicembre 2023 alle ore 9.00, presso la Multicenter School di Pozzuoli. Certi della sua partecipazione.
Premio Sezione LIBRI al giornalista Giacomo D’IppolGiacomo D’Ippolito appresa la notizia del premio ha commentato cosi:

Un perché che lascia il segno…

“Non potrei mai scriverlo semplicemente da solo”, pensavo.

Ma nello stesso momento in cui elaboravo questa “incapacità”, la sindrome dell’impostore veniva travolta da quell’impegno preso con me stesso: rendere pubblico il mio forte perché, tanto da poter diventare uno stimolo per molti freelance e potenziali tali che intendono concedersi il giusto spazio, senza vivere in stereotipi che fanno sentire davvero stretti.

Ma mai avrei pensato di vivere ciò che ho vissuto l’altro ieri.

Un sabato come tanti, segnato dal primo vero freddo di questo inverno.
Una notifica mi ruba l’attenzione.

Un’email il cui oggetto è già da batticuore: “Settima Edizione del Premio Giornalistico Internazionale ‘Campania Terra Felix’”

Il primo pensiero va all’approvazione della documentazione inviata qualche settimana prima per la partecipazione al Concorso, a cui mi ero candidato nella categoria Libri.

Inizio a leggere…

E la prima frase ha un qualcosa di indescrivibile:

“Il comitato scientifico, insieme alla giuria tecnica, ha valutato il lavoro da lei inviato per la partecipazione alla 7ª Edizione del Premio Campania Terra Felix e decretato di assegnarle il Premio nella Sezione LIBRI.”

Io e il mio perché ora abbiamo un riconoscimento internazionale!

Il Napoli attaccava, alla ricerca del vantaggio, ma io già esultavo come nella notte scudetto.

Mai avrei pensato di poter scrivere un libro di sana pianta, ma soprattutto mai avrei immaginato di poter ricevere un riconoscimento grazie proprio a quella pubblicazione.

Momenti che non fanno altro che alimentare ciò che Mimmo Grasso ha straordinariamente espresso nella prefazione:

“L’immaginazione-sogno consentono di vedere il mondo a portata di mano, e, a loro volta, generano la fiducia (il credere) in sé stesso”.

Perché se è vero che vincere è importante, la vera e unica cosa che conta è crederci!

In sé stessi e in ciò che, follemente, si vuole raggiungere!

Perché in ogni vittoria ci son sempre due ingredienti magici: credenza e follia.

In fondo cos’è la follia se non “il mezzo attraverso il quale l’io può realmente essere”?

Notizia interessante

Autonomia Differenziata: impatti e preoccupazioni; opportunità e sfide per le regioni italiane

L’Autonomia Differenziata è un tema di grande rilevanza politica e amministrativa in Italia, che solleva …