Home » Albo Pretorio » LABORATORIO DELLE ARTI, REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L’USO

LABORATORIO DELLE ARTI, REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L’USO

Il Laboratorio delle arti nasce per perseguire le seguenti finalità:

a) offrire ai giovani uno spazio aggregativo, aperto alla promozione e
all’organizzazione di iniziative di tipo artistico e non solo proposte dai giovani e/o realizzate per i giovani, favorendo lo scambio di esperienze e progetti, che prevenga eventuali situazioni di isolamento ed emarginazione;
b) favorire l’aggregazione sociale e lo sviluppo di pratiche ed attività collettive
c) far incontrare cittadini di diversa età e provenienza sociale con spirito di solidarietà ed amicizia;
d) adottare le iniziative atte a diffondere la conoscenza dell’Arte e della Cultura e delle tradizioni locali;
e) essere punto d’incontro per le associazioni e i gruppi operanti nel territorio, adottando criteri e forme di democrazia partecipativa, il cui esercizio è stabilito dal
presente regolamento.

Allo scopo di preservare il bene collettivo è previsto il pagamento di una cauzione per eventuali danni e per le operazioni di pulizia post utilizzo

Articolo 1 – Caratteristiche della struttura ed utilizzo

Il Laboratorio delle Arti sito in Via Torrione è una struttura di proprietà comunale ed è gestito in economia dal Comune di Monte di Procida, con la collaborazione di associazioni culturali, ai sensi dell’ art. 113 del Testo Unico Enti Locali 267/00. Il Laboratorio delle Arti è una struttura per la promozione e la diffusione della cultura in tutte le sue forme ed in particolare di quella teatrale, costituito da:
– una sala attrezzata con impianto audio e luci, con n. 100 posti a sedere e un palcoscenico;
– da un locale adibito a spogliatoio artisti con bagno;
– 3 bagni esterni.
Le attività che verranno realizzate hanno lo scopo di far conoscere diverse forme
artistiche, di creare, sostenere, ed ampliare le abitudini culturali della popolazione del territorio.

Articolo 2 – Gestione

La gestione del Laboratorio delle arti è di competenza dell’Ente che annualmente provvede tramite una commissione ed un comitato operativo, alla programmazione delle attività e alla relativa gestione.

La commissione trasmette il programma alla Giunta comunale che provvede alla sua approvazione.
La commissione a cui spetta la direzione artistica della struttura è costituita dai seguenti membri:
– Sindaco o suo Delegato
– Dal Consigliere delegato al ramo
– Responsabile del servizio cultura e eventi del Comune
– da tre rappresentanti delle associazioni di promozione culturale ad attività teatrale
prevalente, iscritte all’albo delle associazioni Comunali. Il Comitato operativo è costituito dai seguenti membri:
staff tecnico (5 componenti) con funzione di:

gestione chiavi comprese quelle dei bagni e dei servizi antincendio di cui è vietato produrre copia senza autorizzazione degli uffici comunali;
operazione di controllo post-utilizzo;
manutenzione e controllo dei beni quali impianto audio, impianto luci, microfoni e
impianto di proiezione, impianto di climatizzazione; servizio Service per gli eventi;
manutenzione ordinaria scenografie.

Staff stampa e comunicazione (3 componenti) con funzioni di:

– articoli e promozione esterna;
– promozione eventi;
– grafica e foto.

La nomina dei componenti della Commissione, riferita ai rappresentanti delle associazioni di promozione culturale ad attività teatrale prevalente e la nomina dei componenti del comitato operativo seguirà la seguente procedura:

– saranno nominati dai rappresentanti legali delle associazioni di promozione culturale ad attività teatrale prevalente iscritte all’albo delle associazioni comunali tra quanti si renderanno disponibili a ricoprire l’incarico;
– le nomine saranno ratificate con apposito atto dalla Giunta Comunale;
– le nomine avranno carica annuale.

La nomina verrà effettuata in assemblea. Nel corso degli anni, ove vi fossero più soggetti disponibili, nelle nomine si avrà cura di applicare un criterio di rotazione.
È fatta salva la facoltà per il Comune di revocare l’incarico in qualsiasi momento per gravi inadempienze ovvero per grave danno arrecato al Laboratorio nell’esercizio delle funzioni.

Articolo 3 – Priorità di utilizzo

Il Laboratorio delle Arti è disponibile:
– con precedenza assoluta, per le iniziative e gli spettacoli promossi dalla commissione di cui al precedente articolo;
– per iniziative e spettacoli promossi dalle scuole in accordo con la commissione di cui al precedente articolo;
– Per spettacoli, manifestazioni culturali, dibattiti, conferenze e altre attività compatibili con la specificità della struttura, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle richieste.
Ove occorra la compatibilità dell’uso richiesto o la priorità fra richieste di differente rilevanza sono stabilite daH’Amministrazione Comunale.

Articolo 4 – Modalità di richiesta

La richiesta per l’utilizzo del laboratorio per spettacoli e eventi (durata max 5 gg) compatibili deve essere presentata al Comune (Servizio Cultura) con un anticipo di quindici giorni, per iscritto, dal responsabile dell’Ente o dall’Associazione, o dall’Organizzazione interessata.

Per convegni, dibattiti e conferenze il tempo è di quindici giorni.
Le domande vengono prese in considerazione e l’ufficio procede all’Istruttoria ed
all’autorizzazione sentita la commissione.
La concessione d’uso è rilasciata, per iscritto, entro 10 giorni successivi alla presentazione della domanda nel caso di spettacoli ed entro 5 giorni lavorativi successivi nel caso di convegni, dibattiti e conferenze e contiene giorno ed orario di utilizzo, condizioni e norme particolari a cui l’assegnatario dovrà attenersi.
La richiesta per l’utilizzo del laboratorio per prove spettacoli in corso di realizzazione o per attività compatibili che prevedono un utilizzo continuativo superiore a cinque giorni devono essere presentate entro e non oltre il 30 novembre per eventi da calendarizzare nel primo semestre dell’anno successivo ed entro il 31 maggio per eventi relativi al secondo
semestre dell’anno, al fine di consentire alla commissione di poter approvare la programmazione delle attività.
Le domande vengono prese in considerazione e l’ufficio procede all’istruttoria ed all’autorizzazione sentita la commissione. La concessione d’uso è rilasciata, per iscritto, entro il 1 gennaio per gli eventi del 1° semestre ed entro il 1° giugno per gli eventi del 2° semestre.

Articolo 5 – Norme per l’accesso e l’utilizzo

1. Ad ogni accesso nei locali del Laboratorio è obbligatorio firmare il registro presenze situato all’ingresso e di segnalare al comitato operativo eventuali danni a oggetti/strumenti o alla struttura stessa che si riscontrano durante la fase di ricognizione dei locali (da svolgere prima dell’inizio dell’attività prenotata), effettuata a cura del comitato operativo.
2. Inoltre, per gli utenti del Laboratorio:
a) È vietato fumare all’interno della struttura.
b) I locali devono essere tenuti in buono stato ed in caso di danneggiamento occorre provvedere al ripristino degli stessi.
c) Nessun intervento di modifica degli arredi è consentito.
d) È doveroso utilizzare in modo corretto le attrezzature e gli arredi presenti nel Laboratorio.
e) È obbligatorio osservare l’orario delle attività.
f) È obbligatorio lasciare i locali del Laboratorio, terminato lo svolgimento delle attività in programma, in condizioni ottimali, riponendo materiali ed attrezzature eventualmente utilizzati nella loro consona ed originaria posizione.
g) Non è consentito lasciare in deposito, né abbandonare nel Laboratorio indumenti ed oggetti personali, né altro tipo di materiale. Al termine dell’utilizzo gli utenti hanno l’obbligo di lasciare libero il Laboratorio dalle proprie cose. Il Comune ed il personale addetto alla gestione non rispondono, in alcun modo, di eventuali ammanchi o furti di cose arbitrariamente depositate o abbandonate dagli utenti negli impianti.
h) È obbligatorio provvedere ad una pulizia ordinaria dello spazio utilizzato.
i) È vietato sub concedere l’utilizzo delle sale.
j) È vietato utilizzare i locali per scopi diversi da quelli previsti ed autorizzati.
k) È vietato agli utenti di sostare all’interno del Laboratorio oltre lo stretto necessario per lo svolgimento delle attività ad essi riservate.
3. Per iniziative che richiedano l’installazione di impianti ed attrezzature non disponibili nei locali, il concessionario dovrà provvedere a proprie spese e a propria cura, in tempi da concordare col Gestore referente del Laboratorio. Le azioni di smontaggio e rimozione
delle suddette attrezzature dovranno avvenire immediatamente dopo il termine dell’iniziativa, al fine di non pregiudicare la disponibilità dei locali.

4. Bisogna osservare comportamenti in modo da non arrecare disturbo alle abitazioni circostanti, alle associazioni ed enti che occupano lo stesso stabile e comunque alla pubblica quiete.
5. I danni non derivanti dalla normale usura dovranno essere rifusi per intero dal concessionario.
6. A tutti coloro che usufruiscono dei locali è fatto obbligo di prendere visione e di attenersi scrupolosamente alle norme del regolamento.

Articolo 6 – Verifiche

1. Il Comune ha piena facoltà di controllare le modalità d’uso del Laboratorio a mezzo di propri dipendenti incaricati dagli uffici competenti. Le verifiche ed i controlli possono essere effettuati liberamente senza formalità e senza preavviso alcuno, in ogni tempo e luogo, prima, durante e dopo lo svolgimento delle attività.

2. I predetti dipendenti, hanno libero accesso agli impianti. Ad essi non può essere richiesto alcun tipo di adempimento o formalità.

Articolo 7 – Orari

L’utilizzo del laboratorio è concesso secondo i seguenti orari: mattino 8,00 -13,00
pomeriggio 14,00 -19,00
sera 20,00 – 24,00
giorno intero 8,00 – 24,00
mezza giornata (mattina) 8,00 -15,00 mezza giornata (pomeriggio) 16,00 – 24,00
Eventuali diverse articolazioni deH’orario di concessione dovranno essere preventivamente concordate.

Articolo 8 – Tariffe

Le quote dovute dal richiedente per l’utilizzo del Laboratorio delle arti sono determinate annualmente daH’Amministrazione Comunale, e possono essere articolate secondo il seguente schema:______________________
Spettacoli organizzati da associazioni teatrali locali nel comitato di gestione e /o composte in prevalenza da giovani______________________
Conferenze e seminari di interesse collettivo____ Conferenze e seminari non patrocinati_________ Spettacolo teatrale + 4 prove ingresso libero____ Spettacolo teatrale + 4 prove ingresso con biglietto Palestre / Saggi___________________________ Prove compagnie teatrali- costo orario_________
La quota dell’utente costituisce parziale rimborso delle spese di gestione (riscaldamento, illuminazione, acqua, personale, ecc.) che restano a totale carico del Comune.
È obbligatorio da parte del soggetto assegnatario disporre di proprio tecnico e richiedere l’autorizzazione per l’utilizzo di attrezzature aggiuntive per l’impianto audio/luci, di intesa con l’Ufficio Comunale competente.
La quota dovuta dovrà essere versata anticipatamente a mezzo conto corrente postale intestato al Comune di Monte di Procida.
La ricevuta dovrà essere consegnata all’Ufficio Cultura prima dell’accesso ai locali. Rimane fermo in capo al soggetto fruitore di versare la cauzione e/o produrre polizza assicurativa, o fidejussoria, o bancaria, come previsto daN’articolo 9 del presente Regolamento.

Articolo 8 bis – Utilizzo a titolo gratuito

L’utilizzo del Laboratorio delle arti è concesso a titolo gratuito per spettacoli, manifestazioni
o attività promosse e realizzate da
– Associazioni teatrali locali nel comitato di gestione e lo composte in prevalenza da giovani di Monte di Procida
– Istituzioni scolastiche di Monte di Procida e altri enti pubblici presenti sul territorio comunale; – Associazioni in regime di convenzione con l’Ente;
– Associazioni di volontariato del territorio iscritte nel registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato;
– Iniziative aperte al pubblico su temi di pubblico interesse, conferenze e seminari di interesse socioculturale realizzate in collaborazione con il Comune.

Articolo 9 – Responsabilità per danni

Eventuali danni arrecati alla struttura, agli arredi e ad ogni altra cosa facente parte integrante del Teatro Comunale devono essere risarciti dal concessionario temporaneo (Scuola, Ente, Associazione, Organizzazione, Compagnia Teatrale, ecc.) che li ha procurati durante l’utilizzo.
Allo scopo dovrà essere versata presso l’ufficio economato del servizio che gestisce la struttura una cauzione fissata in € 200,00 per ogni giorno di utilizzo. La cauzione verrà restituita d’ufficio entro 15 gg. dopo gli accertamenti e la verifica dello stato della struttura. E’ fatta salva la possibilità di lasciare in deposito annualmente la cauzione, integrando la somma al verificarsi di eventuali danni. Per avvalersi di tale facoltà occorre presentare una richiesta scritta all’ufficio.
Per alcune iniziative è richiesta apposita polizza fidejussoria, assicurativa, o bancaria:
– manifestazioni che comportano la trasformazione anche parziale della normale
disposizione di arredi ed attrezzature
– iniziative che comportano montaggio e smontaggio di attrezzature
– eventi che comportano esibizioni che esulano il campo specifico degli spettacoli
teatrali o della musica dal vivo.
Gli accertamenti e le verifiche dello stato di riconsegna del Laboratorio vengono effettuati dal Comitato operativo ed attestati dal servizio Comunale che gestisce il Laboratorio, congiuntamente al soggetto che ha usufruito della struttura stessa, al termine del periodo di fruizione ed in ogni caso non oltre le 24 ore
L’Amministrazione Comunale non risponde dei danni procurati a persone o cose, se non avvenuti durante manifestazioni o iniziative gestite direttamente.

Articolo 10 – Oneri

Tutti gli oneri delle concessioni governative (SIAE ecc., ove previsti) sono a carico dei concessionari/fruitori temporanei.

Articolo 11 – Casi specifici

Per quanto non previsto dal presente Regolamento, provvederà, con flessibilità dovute caso per caso, la Giunta Comunale con apposito provvedimento

Delibera: DEL201702220170822.pdf

Commenti:

Notizia interessante

SQUADRA MEDITERRANEA Taekwondo e cultura a BAIA. Le immagini e interviste

SQUADRA MEDITERRANEA Taekwondo e cultura a BAIA. Le immagini e interviste.