Home » Politica » Partito Democratico di Bacoli all’attacco. Assetto Territorio e Centro Ittico Campano

Partito Democratico di Bacoli all’attacco. Assetto Territorio e Centro Ittico Campano

PD Bacoli grandeCOMMISSIONE ASSETTO DEL TERRITORIO : HAI VOGLIA DI ASPETTARE …
Hai voglia di proporre una riforma delle Commissioni consiliari che abbatta i costi della politica e ne faccia finalmente un organo efficiente ed operativo ( http://bacoli2punto0.blogspot.it/2014/01/ridurre-i-costi-della-politica.html ) … Di rendere partecipate e funzionanti le istituzioni comunali, l’attuale Amministrazione non ci pensa proprio presa com’è dal barcamenarsi tra gli altalenanti interessi clientelari che ammorbano la locale democrazia.
E mentre è stato rinviato di una settimana il Consiglio comunale di venerdì 21/03 che se non fosse stato per il PD neanche sarebbe stato convocato (http://bacoli2punto0.blogspot.it/2014/03/disagi-asl-na2-convocato-il-consiglio.html), l’esempio lampante di questo andazzo è la III Commissione consiliare “Assetto del Territorio” che da oltre 6 mesi non viene riunita “nonostante le numerose ed importanti questioni che necessitano di essere affrontante”.
Queste vanno dal “grande progetto per i laghi flegrei” sul quale il PD ha fatto delle proposte che ancora attendono risposta ( http://bacoli2punto0.blogspot.it/2014/01/le-opportunita-da-non-perdere-il-grande.html ), allo spinoso problema della sanatoria ambientale (L. 308); dal PUC che è stato aggiudicato al PUT o meglio il “piano ticket” che neanche si sa che fine abbia fatto ( http://bacoli2punto0.blogspot.it/2014/01/un-nuovo-put-mai-piu-ticket-sulla.html ).
Per questo con nota del 17/03/2014 i consiglieri PD della III Commissione hanno chiesto al presidente G. Laringe “che venga convocata d’urgenza e siano calendarizzati con priorità” i punti di cui sopra. Vedremo quanto dovrà passare perché nelle commissioni del Centro-Destra, si torni a parlare di politica tesa al bene di tutti i cittadini e non dei soliti pochi …

CIC UNA GUERRA TRA BANDECIC : UNA GUERRA TRA BANDE
Il Centro-Destra ha fatto del “Centro Ittico Campano” un’agenzia immobiliare per accontentare gli altalenanti interessi dei soliti pochi, innescando una “ guerra tra bande ” .

Ciò è dimostrato dalla pessima gestione del CIC sull’orlo del default. Dalla continua modifica delle tabelle dei fitti, che ha generato oltre 800 mila euro di morosità. Dalle finalità d’uso del lago Fusaro, passando e ripassando dal turismo alla mitilicoltura secondo le convenienze del momento.

Ciò è stato detto dal consigliere Laringe (Forza Italia) che nella conferenza del 29/05/2013 affermò “ la presenza di una volontà occulta volta a procurare contenziosi dei privati a danno del CIC ” cioè “ di un consigliere comunale che interveniva personalmente presso il CIC ” .

Ciò è stato ribadito il 29/10/2013 dallo stesso Amministratore del CIC (prima dimissionario ed ora riconfermato) che oltre a riferire di un “ intollerabile e nocivo clima conflittuale ” con il Sindaco, denunciava “ sollecitazioni e pressioni delle realtà locali nelle scelte di utilizzo dei beni, che trasmoda nella pretesa di utilizzare a proprio comodo ed arbitrio i beni stessi in forza di una impunità derivante proprio dai vincoli di appartenenza ” .

Al consiglio comunale fatto convocare dal PD, l’Amministrazione non ha risposto su queste gravissime affermazioni che confermano una gestione oscura e clientelare dei beni pubblici, sulla quale la magistratura dovrà fare luce riaprendo anche le indagini del pm Marino su presunto “ voto di scambio ” ed “ inquinamento della vita politica ” da parte della camorra.

Però anche i cittadini sono chiamati a fare chiarezza, a riappropriarsi del loro futuro, mandando a casa questi “ banditi ” che stanno saccheggiando il nostro territorio costringendo i giovani a lasciare Bacoli !

Partito Democratico di Bacoli Comunicato Stampaconvocazione commisione pd

Commenti:

Notizia interessante

Elezioni Comunali, approvato il terzo mandato ai sindaci. Peppe Pugliese: “Se volessi ricandidarmi sindaco potrei farlo”

Approvazione del terzo mandato per i sindaci nei comuni con meno di 15.000 abitanti: Cosa …