Home » Cultura » Giovani studenti procidani salvano la tradizione della Processione dei Misteri

Giovani studenti procidani salvano la tradizione della Processione dei Misteri

Nel rispetto delle misure di sicurezza causa Covid, per il secondo anno di seguito, la processione non si potrà tenere, ma ci pensano gli studenti dell’Istituto Comprensivo Capraro di Procida a salvare la tradizione realizzando un commovente documentario con una processione in miniatura.

Da ‘400 anni sull’Isola di Procida, si svolge la processione dei Misteri del Venerdì Santo. Un corteo che parte dall’antico borgo Terra Murata fino al porto, alla Marina Grande. Portata a spalle la statua lignea del Cristo morto, scolpita da Carmine Lantriceni nel 1728 e custodita per il resto dell’anno nella chiesa di San Tommaso d’Aquino, dove ha sede la Congrega dei Turchini che possiede la statua.

Il Vescovo Don Mimmo ha voluto scrivere ai protagonisti dell’iniziativa:
Ogni volta che penso ai ragazzi e ai bambini, mi torna alla mente la tavolozza dei colori che utilizzano i pittori per le loro opere. Voi ragazzi e bambini siete un mix di colori in grado di dare vita anche alle giornate più buie. Siete un dono immenso e prezioso per noi adulti e, forse non ve lo diciamo spesso, ma guardare a voi, al vostro modo di affrontare e vivere la vita, è un grande esempio per noi adulti, troppe volte ripiegati su noi stessi e chiusi nei nostri problemi. Allora, in queste poche righe che scrivo a voi, nell’impossibilità di essere presente personalmente, voglio soltanto dirvi un grande grazie! Grazie per quello che siete. Grazie per l’amore che sapete donare a chi vi sta intorno. Grazie per la vostra capacità di meravigliarvi della bellezza del mondo che vi circonda. Grazie per la vostra energie e spensieratezza. Siate sempre così: vivi e attenti alla vita. Non lasciate mai che qualcuno possa spegnere il vostro sorriso o rendere tristi i vostri occhi ma amate la vostra vita sempre e vivetela! E sappiate che accanto a voi ci sono anche io e che, anche se non vi conosco ancora, già sento di volervi bene. Un grazie speciale va anche ai vostri insegnanti che si prendono cura di voi e vi accompagnano nel vostro cammino, anche in questo tempo così faticoso. Vi abbraccio ad uno ad uno.

Ecco il video trasmesso sui social questa mattina, solenne e toccante, che ci ha portati tra le stradine di Procida per vivere le forti emozioni della nostra tradizione del Venerdì Santo.

 

 

Notizia interessante

CoronaVirus, 1.233 nuovi casi in Campania su 18.199 tamponi; rapporto 6,77%

Positivi del giorno: 1.233 (*) di cui Asintomatici: 803 (*) Sintomatici: 430 (*) * Positivi, …