Home » Cronaca » DE LUCA RICORDA MORRICONE MA DENUNCIA: INGRESSI IN ITALIA DEL TUTTO INCONTROLLATI

DE LUCA RICORDA MORRICONE MA DENUNCIA: INGRESSI IN ITALIA DEL TUTTO INCONTROLLATI

ADDIO MAESTRO MORRICONE
ORGOGLIO ITALIANO, AMICO DELLA CAMPANIA

Il Maestro Ennio Morricone è stato uno dei più importanti compositori contemporanei. La sua musica sinfonica e quella per i film è stata, e sarà per sempre, la colonna sonora della nostra vita. Le sue storie musicali da Oscar erano sempre coinvolgenti e commoventi sia in teatro che sul grande schermo. La sua musica arriva dritta al cuore delle varie generazioni che ha affascinato, sintesi perfetta di una creatività sublime e di una profonda umanità. Abbiamo avuto l’onore di ospitare il Maestro Ennio Morricone durante la rassegna Un’Estate da Re alla Reggia di Caserta nell’Estate 2017. Due concerti memorabili, con il Coro e l’Orchestra dei Teatri di San Carlo Napoli e Verdi Salerno, conquistarono tutti noi. Ma ancora più straordinaria fu la possibilità di conoscere da vicino una persona umile, persino schiva ma capace di trasmettere un affetto immenso. Proprio come quello che dimostrò per le bellezze della Reggia e della Campania, terra che amava moltissimo e che lo ricorderà in eterno.

COVID-19, INGRESSI IN ITALIA DEL TUTTO INCONTROLLATI
IN QUESTE CONDIZIONI NON ARRIVEREMO NEANCHE A SETTEMBRE

È stato completato nelle palazzine dell’ex Cirio a Mondragone l’esame dei tamponi effettuati dopo i 15 giorni di incubazione del virus. Sono stati effettuati altri 450 tamponi e isolati i residui 17 casi positivi per i quali è in corso il trasferimento nelle strutture sanitarie Covid. Il focolaio è al momento spento. Si rende così possibile alla mezzanotte di domani eliminare la zona rossa. Come da ordinanza, resta l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto per gli abitanti di Mondragone.

Sugli ingressi in Italia occorrono controlli rigorosi. Si è per esempio verificato l’arrivo con un volo diretto New York – Roma, di un cittadino campano risultato positivo solo dopo i controlli cui è stato sottoposto arrivato a destinazione, dopo aver viaggiato anche in pullman e in treno. Si segnalano inoltre casi di arrivi di cittadini dell’Est, tra cui braccianti e badanti, in assoluta promiscuità a bordo di pullman, senza nessun controllo efficace. In relazione a qualche altro caso di positività registrato, è bene ricordare ai medici di famiglia di non sottovalutare situazioni in cui il paziente presenta sintomi e di sottoporlo al tampone.

Si rilevano comportamenti che segnalano un pericoloso rilassamento generale. In queste condizioni il rischio è che non arriveremo neanche a settembre, quando potremo essere costretti ad affrontare l’anno scolastico in condizioni gravissime.

Notizia interessante

Sport. Inaugurato a Monte di Procida il primo Centro Federale Coni dell’area flegrea, soddisfatto il Sindaco Pugliese

A Monte di Procida inaugurato ufficialmente oggi 15 settembre il primo Centro Federale Coni dell’area …