Home » Campi Flegrei » AfterSat – TERRA C’ACCIDE – versione 40ena

AfterSat – TERRA C’ACCIDE – versione 40ena

Salvatore Pone, cantante e chitarrista del noto cover duo flegreo, Doppiomalto,  ha avviato un progetto tutto nuovo dal nome AterSat, con Gianluca Di Bonito, cantautore puteolano, e i The Charliest, gruppo inedito sempre della zona, composto da Alessia Torinelli, polistrumentista e voce, Mirko Di Bello, batteria, Davide Correra, chitarra e Giuseppe Passeri, basso.  Nonostante personalità, vissuti, background artistici ed età molto diversi, subito riescono a mettere su dei brani inediti in inglese e registrano un primo EP di sei pezzi, completamente autoprodotto.

TERRA C’ACCIDE è il loro primo brano inedito dopo il passaggio dall’inglese al napoletano.
Il testo è di Roberta Principe e gli arrangiamenti sono targati AfterSat!

Questa primavera sarebbe dovuto uscire il loro nuovo EP e il lockdown ha sicuramente stravolto i loro piani, ma non li ha fermati del tutto! I ragazzi della band hanno infatti registrato e diffuso sui social network un video per questo inedito realizzato dalle rispettive abitazioni dei membri del gruppo.  Il risultato è intriso di paura e coraggio, dolore e amore, rabbia e speranza, tanto da sembrare che proprio la quarantena abbia reso ancora più potente ed intenso questo grido per la nostra Terra.

 

  • Per la nostra Terra;
  • Per le vittime;
  • Per gli operatori sanitari;
  • Per i nostri padri, le nostre madri, i nostri figli.

 AfterSat – TERRA C’ACCIDE – versione 40ena

TERRA C'ACCIDE

Questa primavera sarebbe dovuto uscire il nostro EP. Allora per non farci pesare ulteriormente l'attesa, abbiamo realizzato un video casalingo in stile 40ena: un grido alla nostra Terra.• Per la nostra Terra;• Per le vittime;• Per gli operatori sanitari;• Per i nostri padri, le nostre madri, i nostri figli.TESTOTerra c'accideTe 'ncanta e 'ncatenaE si vulasseGuardannete 'a cieloDint' e culuretra e vicule scureVulasse p'o mareSentenne ll'addoreCa te 'mbriacaE nun o' saje cchiùSi o' bbene è maleO si o' male è bbeneNun o' saje cchiùVulanno p'e capeAlluccasse "SI BELLA"Fa paura p' o' fuocoCa tene 'nguorpNun o' capiscCa me faje maleE aggia fujì Dint' a n'atu cieloCa te 'mbriacaE nun o' saje cchiùSi o' bbene è maleO si o' male è bbeneNun o' saje cchiùCielo luntanoNun si 'o cielo mioCu cauce e morzeTu me ne cacceSfuttuta e sfruttataForse a colpa è a miaCa nun te salveNun te vase sta facciaCa me 'mbriacaE nun sacce cchiùSi o' bbene è maleO si o' male è bbeneNun o' sacce cchiùChiude sti bracciaAstrigneme a teFiglio e stu cieloChe porto 'int''o coresempe cu mme

Pubblicato da AfterSat su Giovedì 2 aprile 2020

 

 

Notizia interessante

Video.Bacoli. Il sindaco. Le scuole riapriranno a settembre chiederemo le aule del Castello di Baia.

Intervista a Josi Della Ragione.I ragazzi di Bacoli, da settembre, devono tornare a scuola. Assolutamente. …