Home » CoronaVirus » Dott. Leonardo Coppola, la mia riflessione su COVID-19. La Quarantena NON BASTA! Propongo tamponi per tutti

Dott. Leonardo Coppola, la mia riflessione su COVID-19. La Quarantena NON BASTA! Propongo tamponi per tutti

Vorrei fare una riflessione su COVID-19 con tutti voi.

Molti di voi mi chiedono cosa ne penso come medico in primis.
Come tutti voi sono attento e ligio alle direttive degli organi istituzionali (infatti è di buon senso e giusto che nelle fasi di emergenza dobbiamo essere tutti un unicum con il Presidente della Repubblica, Presidente del Consiglio, Ministro della Salute, Presidente della Regione e Sindaci! )

Tutti dobbiamo essere una sola cosa e solo tutti insieme si possono vincere le battaglie più dure come questa legata all’emergenza Coronavirus.
Senza distinzioni!

MA

Abbiamo il dovere ognuno di noi di portare un piccolo contributo se questo può essere foriero di un miglioramento!
Senza presunzione ma con minimo di conoscenze scientifiche e amministrative mi permetto di suggerire di fare ORA il passo avanti che serve per risolvere completamente e bene il problema.
E’ palese a tutti che la quarantena (giusta e sacrosanta anche se dolorosa per il presente e soprattutto per il futuro di tutti) da sola NON basta!

La Quarantena NON BASTA!

E’ una giusta misura per tamponare e prepararsi alla battaglia ma NON è risolutiva.
La quarantena rischia solo di posticipare il problema.

Perché?

Perché il problema oltre ai veri sintomatici e quindi malati che sono costretti al ricovero è costituito soprattuto dai “portatori” del virus che non manifestano sintomi importanti MA possono contagiare e trasmetterlo!
E quindi questa potrebbe essere una catena che non si spezza mai purtroppo.

Cosa propongo (e naturalmente non sono l’unico): TAMPONI a tutti !!!

Individuiamo- facciamo diagnosi sia dei malati che dei portatori subito ed interveniamo !!
Solo così si argina e si risolve il problema!!
Qualcuno potrebbe rispondere:
costa troppo !
È una Sciocchezza!
Oppure
Non ce ne sono abbastanza di tamponi!
Un’Altra sciocchezza

Mi spiego:

– COSTI
quanto è costato allo Stato una pseudo manovra economica per provare a tamponare le falle di una grossissima crisi economica derivante dal blocco totale di tutte le attività?
25 miliardi di euro (e ne e’ sta già preannunciata un’altra ad Aprile)
Non entro nel merito della manovra in senso polemico /politico per i motivi di cui sopra anche se penso sia oggettivo che è una manovra che non risolva nulla!
Se lo Stato acquistasse i tamponi per tutta la popolazione (56 milioni di persone ) al costo massimo di 600 milioni di euro (calcolando 10 euro a tampone per circa 60 milioni di cittadini) avrebbe risolto il problema in maniera definitiva sia per quanto riguarda la Salute (cosa più importante) che dal punto di vista economico perché si potrebbe riprendere presto l’attività produttiva del nostro Paese (oltre alle grosse aziende penso soprattutto ai tanti genitori lavoratori ,precari o liberi professionisti ,che essendo tutto bloccato hanno difficoltà addirittura per recuperare il mangiare per i propri figli!)

– MANCANZA DI TAMPONI
Anche questa è una sciocchezza
Tutti abbiamo letto tra l’altro che una ditta di Brescia ha venduto agli americani 500 mila tamponi la settimana scorsa!!
Venduta agli Americani??
E i nostri amministratori non sapevano che c’era una ditta di Brescia che aveva in giacenza 500 mila tamponi??
Gravissimo
Bene
Si può riparare
Si ordina a questa ditta e ad altre ditte di produrre milioni di tampone e si risolve il problema!
A chi fare subito i tamponi?
A TUTTI come ho detto prima!
Se sono pronti X numero prima (20-30-40 milioni) e Y numero dopo una settimana?
Come fare ?

1) Ai bambini ;
2)ai pazienti in chemioterapia;
3)agli anziani
4) alle persone con patologie croniche;
5) personale sanitario;
6)forze delle ordine;
7) a tutti gli altri

Così facendo si individuano subito i malati (così li si ricovera subito senza aspettare che si aggravino soprattuto se hanno comorbilita’) e soprattutto si individuano i portatori di coronavirus che non hanno sintomi ma che sono la cosa più importante perché possono infettare tanti altri.
Così si interrompe definitivamente la catena dei contagiati/malati.

Infatti tutto ciò è dimostrato anche dalle previsioni/non previsioni di questi giorni :
picco tra una settimana , anzi tra 2 settimane , anzi a metà aprile anzi a Maggio!
Scherziamo ?

Senza fare diagnosi a tutti come e chi si azzarda a riaprire le scuole mettendo a rischio i nostri figli?
Chi si azzarda a riaprire un’azienda mettendo a rischio i lavoratori?
Chi si azzarda a riaprire il tutto con il rischio concreto di nuova ondata di malati e soprattutto di morti?
E che facciamo chiudiamo tutto e per sempre??

TAMPONI e DIAGNOSI certa a tutti!!

Così facendo tutti torniamo alla normalità (e soprattuto in Salute e in serenità).
I bambini a scuola, i professionisti a lavoro, le fabbriche e le aziende a lavorare e si rimette in moto e in SICUREZZA il nostro grande paese

Così riparte l’Italia!

Mio modesto pensiero che volevo condividere con tutti voi

Ps però fino a quando non lo faranno
RESTIAMO a CASA perché al momento è l’unica arma che abbiamo (che ci hanno dato)
Un abbraccio forte a tutti voi

Dott. Leonardo Coppola

Notizia interessante

Pino Lubrano addolorato per la scomparsa di Maria Romana De Gasperi, figlia dello statista Alcide