Home » Primo Piano » BACOLI. ALESSANDRO CARANNANTE DIVENTA ALLENATORE DELLA NAZIONALE DI CANOA POLO U16

BACOLI. ALESSANDRO CARANNANTE DIVENTA ALLENATORE DELLA NAZIONALE DI CANOA POLO U16

IL BACOLESE CARANNANTE DIVENTA ALLENATORE DELLA NAZIONALE DI CANOA POLO U16Bacoli,oramai conosciuta in Italia per essere una realtà consolidata nello sport chiamato Canoa Polo, grazie ai progressi del Canoa Club Napoli nei campionati di categoria, vede riconoscersi un altro importante merito. Il presidente, nonché allenatore della prima squadra ,Alessandro Carannante, viene nominato selezionatore della nazionale italiana under 16. I vivai d’Italia di questo settore, in questa categoria saranno ispezionati da Carannante che sceglierà di volta in volta i migliori per rappresentare la nostra nazione nel mondo della canoa polo. Un vanto per un ragazzo di Bacoli, cresciuto a Bacoli e che a Bacoli ci è rimasto, cullando il sogno di diventare un campione in questo sport. Tutto iniziò 28 anni fa, quando assieme ad alcuni amici rilevò il club dopo esserne stato atleta giovane e lo ha fatto crescere fino a farlo diventare uno dei migliori d’Italia. C’è da dire anche che lo stesso club ha conquistato oltre una decina di trofei nelle categorie under 18 e under 21 di canoa polo proprio, negli ultimi dieci anni,crescendo sempre più sia come movimento che come scuola di canoa. Un fiore all’occhiello quello di esser diventato selezionatore della nazionale che si aggiunge al fatto che altri bacolesi e montesi appartenenti al club sono nel giro della Polo nazionale: infatti nel giro nella nazionale maggiore ci sono i bacolesi Massa e Costagliola, mentre nell’under 21 figurano il montese Pugliese, e i bacolesi Ingenito e Lucci. Visto il progresso degli ultimi anni, c’è da aspettarsi ancora un futuro roseo e fatto di successi per Bacoli, nel mondo della Canoa Polo, grazie al grande lavoro del Canoa Club Napoli e dai suoi atleti.

Notizia interessante

Maria Chiocca, il culto all’Assunta a Monte di Procida. Dall’inizio della quarantena il suo inno ci risuona…

A Monte di Procida il culto all’Assunta fu introdotto, probabilmente nel XVII secolo, dalla chiesa …