Home » Politica » CONSOLIDAMENTO DEI COSTONI DI TORREFUMO E DELLA BAIA DEI PORCI

CONSOLIDAMENTO DEI COSTONI DI TORREFUMO E DELLA BAIA DEI PORCI

costoni

Cari Concittadini,
ancora una volta vogliamo rassicurarVi in merito al bando relativo al consolidamento dei costoni di Torrefumo e della  Baia dei Porci.
.
Contrariamente a quanto urlato ai 4 venti in maniera scomposta, il finanziamento non è perso e i lavori si faranno, come attestato dalle Delibere della Giunta Regionale della Campania n. 215 del 18/5/2016 e la n. 500 del 22/9/2016 pubblicata sul BURC n 63 il 26 settembre 2016, e la cui lettura sarebbe già sufficiente a fugare ogni dubbio in merito.
 
In ogni caso, sicuri che vorrete comprendere il perché di questo ritardo, dovremo addentrarci nella complessità della programmazione POR FESR  2007/2013.
 
A chi vorrà comprendere rapidamente, basterà dire che:il bando dei costoni nasce già scaduto!
 
Tutta la Campania, infatti, per motivi che per dovere di sintesi non possiamo approfondire in questa comunicazione, aveva accumulato un ritardo enorme nella programmazione dei POR FESR 2007/2013. E’ plausibile dire che i bandi di un certo rilievo destinati agli enti locali – Comuni, Asl, municipalizzate, etc. siano stati pubblicati solo alla fine del POR 2007/2013. 
 
Per porvi rimedio allo scadere del POR la Giunta Caldoro, previo accordo con Stato e Unione Europea, varava un provvedimento chiamato “Accelerazione della Spesa” e prorogava i finanziamenti di quel POR fino al 31/12/2015.  
 
Grazie a questa proroga il 2 Febbraio 2015 (fate attenzione alla data 2/2/2015 per una programmazione da concludersi nel 2013veniva ammesso a finanziamento il COMPLETAMENTO DEL CONSOLIDAMENTO DEI COSTONI DI TORREFUMO E DELLA BAIA DEI PORCI PER L’ELIMINAZIONE DEL PERICOLO”. BENEFICIARIO: COMUNE DI MONTE DI PROCIDA (NA). CUP: F49D14000190006 CODICE SMILE: 88”.
 
Al Comune di Monte di Procida allora guidato dall’amministrazione Iannuzzi veniva pubblicato un primo bando di gara per detti lavori. In seguito allo scioglimento anticipato del consiglio comunale nel Febbraio 2015, il subentrato commissario Gabriella D’Orso aggiornava e adeguava il bando ( criteri di selezione della commissione valutatrice delle offerte)  ripubblicandolo con data di scadenza per la presentazione delle offerte alle ore 12:00 del 23/06/2015.
Per chi non ne fosse a conoscenza una gara pubblica si vince in base a criteri e tabelle pubblicate nel bando stesso che assegnano punti alla bontà della soluzione proposta (offerta tecnica) ed in base all’offerta economica (ribasso dall’importo a base d’asta). Sebbene i criteri per l’aggiudicazione del bando dei costoni fossero palesi, le richieste di accesso agli atti ed il ricorso di uno dei concorrenti (che non aveva vinto…)  ne hanno rallentato l’iter di assegnazione.
Mentre a livello regionale la Giunta si impegnava ad affrontare il problema della tardiva programmazione, a Monte di Procida comunque si completavano le procedure di gara, che si concludevano il 19 novembre 2015. (vedi link sotto
Detto ciò, in regione, già nell’estate 2015 – ribadiamo, nell’estate del 2015 – uno dei primi interventi della Giunta De Luca, succeduta alla guida della Regione Campania nel giugno 2015 è stato rivolto a trovare una soluzione ai numerosi progetti avviati dagli enti locali ma non ancora completati e vicini alla scadenza del 31/12/2015.
Considerata la situazione dei tantissimi progetti in Campania, la Giunta De Luca, per continuità amministrativa e per senso di responsabilità, decideva di mandare avanti i progetti in itinere finanziandoli in parte con fondi della nuova programmazione economica regionale ed anche grazie ad un aiuto da fondi Statali (vedi Patto per la Campania siglato poi ad aprile 2016 a Napoli con il Presidente del Consiglio).
.
Per favore prestate attenzione al fatto che non parliamo dei Costoni, ma bensì parliamo di un’intera programmazione già in deroga perché relativa al 2013 e che comunque a dicembre 2015 rischia di essere interrotta.
A questo punto infatti, vicinissimi alla scadenza del 31 dicembre 2015, era evidente che tutti i bandi in itinere cosi come quello dei costoni non si sarebbero potuti completare.
Infatti è importante chiarire che un progetto realizzato su un bando europeo si considera concluso non quando i lavori sono finiti, ma quando tutti i relativi procedimenti sono conclusi e quando nei vari sistemi regionali (SMILE, SIMONA, SMOL etc.) sono state caricate le rendicontazioni delle spese fatte in modo da poterle inviare all’IGRUE (Ispettorato Generale per i Rapporti finanziari con l’Unione europea) del Ministero di Economia e Finanza per la validazione.
.
Successivamente con la Deliberazione della Giunta Regionale n. 215 del 18/05/2016 con Oggetto dell’Atto: “POR FESR 2007/2013 e POR FSE 2007/2013  –Completamento dei progetti non conclusi entro il 31/12/2015.”,
si iniziava un iter amministrativo in Regione per portare a conclusione i progetti avviati e non conclusi che attraverso atti amministrativi come con il Decreto Dirigenziale 192 del 5/5/2016 e poi con la delibera del 22 Settembre 2016 la giunta Regionale, badate bene nel 2016, sposta TUTTI i vecchi progetti nella nuova programmazione regionale, evitando così l’interruzione dei progetti POR FESR 2007/2013, già prorogati a dicembre 2015 dalla precedente giunta regionale. 
.
L’importante provvedimento
amministrativo è stato oggetto di comunicato stampa, pubblicato anche sul portale istituzionale regionale in data 27/09/2016, che menzionava tra l’altro altri fondamentali progetti del POR FESR 2007/2013 che riguardano Monte di Procida e tutta l’area flegrea:
…e con la stessa delibera abbiamo finanziati altri importanti intervertenti. Tra questi: Napoli est, i lavori in via Marina e via Galileo Ferraris, la linea 6 della metropolitana di Napoli, la banda ultralarga e 16 milioni per la bonifica dei laghi flegrei. Tutti investimenti che scongiurano il rischio di restituzione dei fondi europei. La Regione ha già messo in campo quasi 2 miliardi di euro per la chiusura del POR FESR 2007/2013..”
.
Per completare questo excursus sui progetti FESR riportiamo il Decreto Dirigenziale 192 del 5/5/2015  (di cui sotto si riporta il link) a dimostrazione di quanti progetti ancora da completare sono stati assegnati alla nuova programmazione economica regionale.
Tra questi anche il progetto del 2011, denominato “ArtExplosion”  con capofila il Comune di Monte di Procida, partito con largo anticipo rispetto alla scadenza del POR 2007/2013 ma non ancora concluso amministrativamente.
Speriamo che questi dettagli possano rassicurare i cittadini circa l’impegno dell’Amministrazione sul progetto dei costoni  per consentire che, nel limite di una programmazione tardiva e complessa, i lavori ai costoni fossero fatti. E possano anche chiarire una volta per tutte la natura delle voci contrarie messe in circolazione in questi mesi. 
In conclusione, speriamo adesso sia chiaro a tutti che nessun finanziamento è stato mai perso e che non c’è alcuna preclusione su quelli futuri.
.
Come sempre, concittadini, la Verità è più forte.
Il Sindaco, la Giunta, il gruppo Svoltiamo Insieme, gli attivisti.
.
In calce tutti i link agli atti pubblici verificabili da chiunque voglia farlo.
Elenco fonti e Link:
Deliberazione Giunta Regionale n. 215 del 18/05/2016 “Completamento dei progetti non conclusi entro il 31/12/2015.” http://burc.regione.campania.it/eBurcWeb/directServlet?DOCUMENT_ID=95042&ATTACH_ID=138612
Bando di gara del Comune di Monte di Procida
 
Delibera GR n.500 del 22 settembre 2015:
 
Comunicato stampa Regione Campania 27/09/2016 
.
Esito di gara 19-11-2015 sotto il link al sito del Comune di Monte di Procida   
 

dgr215

 
Commenti:

Notizia interessante

PD BACOLI.Cordoglio per la morte di David Sassoli pres. Comunità europea.

Il circolo di Bacoli a nome del Segretario Dott. Ciro Pasquale Mancino, si stringe al …