Home » Cultura » MONTE CUMANO

MONTE CUMANO

“…
“Anteriormente al Novecento pochi Montesi conoscevano Napoli, dove si andava soltanto in caso di inderogabile necessità, perché il viaggio era malagevole e costituiva un’ardua impresa.
“…
“Recarsi allora a Napoli era più faticoso e rischioso che andare oggi in America.
“Per recarsi nel capoluogo era necessario portarsi, attraverso via Pennino e Torre di cappella, al porticciolo di Baia, a piedi scalzi, per non consumare le scarpe, che portate a tracolla venivano calzate appena arrivati in città.”A Baia vi era un servizio di venti barche che portavano i viaggiatori a Pozzuoli. Fino al 1781 nel capoluogo flegreo tre servizi, gestiti da privati, assicuravano il collegamento con Napoli:
-a) tre corse giornaliere rapide, di prima classe, effettuate mediante carri trainati da due cavalli;
-b) cinquanta corse giornaliere accelerate, di seconda classe, espletate mediante carri trainati da un solo cavallo;
-c) ventidue corse giornaliere omnibus, di teraz classe, effettuate mediante char à banc, volgarmente detti sciarabballe, scoperti, ciscuno costituito d’un grande carro fornito di panche in legno, sulle quali si accomodavano i passeggeri.
“…
“A seguito d’un progetto redatto nel 1872 fu realizzata una linea tranviaria a cavalli tra Pozzuoli e Fuorigrotta, che, inaugurata sei anni dopo, fu successivamente sostituita con una linea tranviaria a vapore (5/7/1883).
“Intanto il senatore Castelli progettava la ferrovia a vapore, che avrebbe collegato i Comuni di Napoli e Monte di Procida.
“Sulla scia di taluni storici del tardo Medioevo (XIII sec.), i quali, come già sappiamo avevano indicato il nostro Borgo con l’appellativo di Cumano, in Età Moderna i funzionari dell’Amministrazione Statale denominarono la Borgata Monte col nome “Cuma” o “Monte Cumano“.
“Il senatore Castelli seguendo tale consuetudine radicata da secoli, denominò “cumana anzicché “montese” la costruenda linea ferroviaria, che avrebbe avuto come capolinea il nostro Comune.”
“…
“…
“Il 15 febbraio 1890 la nuova ferrovia era già completata … ; il 12 luglio del medesimo anno fu inaugurata la stazione capolinea di Torregaveta, dove arrivava il primo convoglio.

“… Avvezzi che per un viaggio d’andata e ritorno Napoli – Monte di Procida s’impiegava circa una giornata, vi fu chi esclamò: “Joia re mamma, ‘n’ora re juorno a Nepule e ‘n’ora re notte a ‘u Monte!

Commenti:

Notizia interessante

Commedia Presso la Casa della Cultura di Michele Sovente 22-23 gennaio ore 20:30

Cappella. Sabato e domenica 22-23 gennaio ore 20:30 NUN TUCCAMMO STU TASTO con la regia …