Home » Eventi » Monte di Procida, memoria e comunità: il sindaco Scotto di Santolo commemora le vittime della “Lucina”

Monte di Procida, memoria e comunità: il sindaco Scotto di Santolo commemora le vittime della “Lucina”

Oggi, 7 luglio 2024, ricorre la trentesima ricorrenza della tragica strage della motonave Lucina, avvenuta nel porto algerino di Djen-Djen. In quell’attacco terroristico persero la vita sette membri dell’equipaggio italiano, tra cui tre nostri concittadini di Monte di Procida.

In occasione della 30^ dolorosa ricorrenza della strage di Djen-Djen, il sindaco di Monte di Procida, Salvatore Scotto di Santolo, ha rilasciato la seguente riflessione per commemorare le vittime e ribadire l’importanza della memoria collettiva e del lutto condiviso:

Sono passati trenta anni ed è doveroso da parte di tutta la Comunità ricordare e commemorare quel 7 luglio 1994 in cui con attacco terroristico furono trucidati nella strage di Djen-Djen sette italiani.
Una strage che colpì L’Italia intera
Una strage che colpì Monte di Procida ed in particolare tutta la marineria Montese
E’ doveroso ricordare e commemorare i nostri concittadini, persone che hanno ispirato la loro vita al senso del dovere, del Lavoro e della famiglia ed è alle famiglie che va il mio pensiero e credo il pensiero di tutta la nostra Comunità: sono ferite indelebili che le famiglie porteranno con sé per tutta la vita e condizioneranno tutta la loro vita!
Nelle memorie di ognuno c’è la storia di tutti, la storia di tutta la Comunità e quando queste memorie riguardano il sacrificio più alto, quello della vita, queste vanno sempre ricordate e commemorate affinché le generazioni future possano crescere con la consapevolezza dei sacrifici che i Padri di questa Comunità hanno fatto.

Salvatore Scotto di Santolo
Sindaco di Monte di Procida

Il video e le foto della celebrazione eucaristica:

 



Notizia interessante

VIDEO.BACOLI. FLEGREA LAVORO. TUTTI ALL’ ISOLA PER CONFERIRE OGGETTI ELETTRONICI

BACOLI. FLEGREA LAVORO. TUTTI ALL’ ISOLA PER CONFERIRE OGGETTI ELETTRONICI. Intervista a Valentina Sanfelice e …