Home » Cultura » AFFONDA LA JANARA A 8 MIGLIA DA GAETA MA IL GOZZO MONTESE RIESCE AD ARRIVARE IN PORTO

AFFONDA LA JANARA A 8 MIGLIA DA GAETA MA IL GOZZO MONTESE RIESCE AD ARRIVARE IN PORTO

VIDEO. VELA LATINA MONTE DI PROCIDA OPERAZIONE QUANDEL 2024

ANCHE QUEST’ANNO SI È CONCLUSA FELICEMENTE LA “TRAVERSATA QUANDEL” DA MONTE DI PROCIDA A GAETA” E RITORNO.
La Janara ancora una volta ci ha portato in quest’avventura, con la barra sicura del nostro Presidente Antonio Pugliese ed i nostri soci che hanno composto l’equipaggio come Assunta Schiappapietra, Rosaria Lucci, Nicola Romano e Domenico Palumbo nonché l’ing. Massimo Tiscione che oltre ad aver assicurato una presenza vigile con la barca appoggio, ha partecipato anche alla Regata.
Da parte di tutti noi di Vela Latina Monte di Procida tanti grazie.
Il primo alle donne ed agli uomini dell’equipaggio che hanno condotto con arte e passione la Janara con orgoglioso entusiasmo.
Un altro agli sponsor Cav. Luca Iannuzzi – Nabilah e i F.lli Palumbo Pasquale e Domenico SANDI YACHT, che hanno creduto nella rilevanza sociale della celebrazione della figura del nostro Ludovico Quandel e agli Amici Annunziata AMP per le magliette.
Tanti grazie al Sindaco di Gaeta Cristian Leccese, a Roberto De Angelis (per la location del bastione della Favorita dove è stata effettuata la manifestazione e per le riprese Gaeta TV), all’Associazione culturale Gaeta e il Mare Presidente Luigi Passeggio (con il dono dei libri al nostro Presidente), all’Amministratore della Base Nautica Flavio Gioia Luca Simeone (per aver messo a disposizione ormeggio e personale della base alla barca di appoggio), alla Ditta Oltremare Charter (per aver messo a disposizione ormeggio per la Janara), alla signora Antonietta e il suo staff del bar La Villa per il buffet, al Comandante Guardia Costiera Gaeta Cap. Di Fregata Biagio Mauro Sciarra nonché, alla insostituibile Associazione Vogamare Gaeta nella persona del Presidente Maria Strozza e di tutte le ragazze, la vicepresidente Teresa Cuscito, il coordinatore Palmieri Giuseppe, Raffaele Ammutinato, determinante sia per la riparazione della vela della Janara e sia per l’interessamento per gli ormeggi e Alfredo Reale per le riprese e fotografie.
Grazie di cuore a tutti che ancora una volta hanno accolto la Janara ed il suo equipaggio con l’affetto e l’amore che solo gli amici sanno regalare.
Un grazie anche al nuovo Sindaco di Monte di Procida Dott. Salvatore Scotto di Santolo che, come i suoi predecessori, unitamente al Vice Sindaco, Assessori e Consiglieri intervenuti, hanno mostrato vicinanza, entusiasti e consapevoli del rilievo culturale di questa nostra celebrazione-avventura.
Anche quest’anno ci diciamo che potevamo fare ancora meglio.
È il nostro non volerci ritenere mai completati nel nostro percorso associativo, il nostro sentirci meridionali in questa nostra Italia ed in questa nostra Europa che non smetteremo mai di amare ma neanche di sollecitare a ricordarsi della nostra terra.
Un grazie a tutta Monte di Procida che ci supporta con l’entusiasmo di chi ci considera fratelli, figli, amici che guardano al futuro, guardando anche il passato ricordandolo nel presente.
Non smetteremo mai di amare la nostra terra, il nostro mare, il nostro Gozzo, le nostre radici, i nostri avi.
Non lo sentiamo come un sacrificio, lo viviamo perché ci completa nel nostro essere uomini di questo mondo, fortunati di avere Monte di Procida nel cuore.
Quest’anno è stato ancora più bello perché abbiamo avuto la determinante partecipazione di tante donne; sono riuscite a prendersi il posto che gli spetta e ciò ci ha reso più efficienti nella programmazione e nella realizzazione.
Non ci meraviglia, semplicemente ci rende più orgogliosi.
L’anno prossimo ci riproveremo e confidiamo sempre nella partecipazione consapevole di tutti.
Grazie a tutti e in particolare ai fondatori della nostra associazione tra cui Antonio Pugliese e Antonio Mancino.

Notizia interessante

VIDEO.BACOLI. FLEGREA LAVORO. TUTTI ALL’ ISOLA PER CONFERIRE OGGETTI ELETTRONICI

BACOLI. FLEGREA LAVORO. TUTTI ALL’ ISOLA PER CONFERIRE OGGETTI ELETTRONICI. Intervista a Valentina Sanfelice e …