Home » Campi Flegrei » Bacoli » PD BACOLI. IL 2020 SI CONCLUDE CON BRUTTE NUBI ALL’ORIZZONTE.

PD BACOLI. IL 2020 SI CONCLUDE CON BRUTTE NUBI ALL’ORIZZONTE.

Da un punto di vista amministrativo, il 2020 per il Comune di Bacoli sembra concludersi con delle brutte nubi all’orizzonte.
Da un lato le difficoltà a completare le opere pubbliche, in sospeso da anni, e che potrebbero risolvere le problematiche igienico sanitarie e prevenire gli allagamenti, dall’altro le difficoltà di bilancio rese sempre più stringenti dalla volontà di non voler evitare, a suo tempo, il dissesto finanziario.
Non fa piacere a nessuno, tantomeno a noi del Partito Democratico, quando il nome del nostro Paese viene associato a eventi negativi.
Tutti siamo rimasti sorpresi negativamente quando abbiamo letto sul sito della Prefettura di Napoli (quindi con una autorevolezza assoluta) che la Tenenza della Guardia di Finanza di Baia unitamente alla Sezione Aerea di Napoli aveva sequestrato a Bacoli 3 aree di complessivi 2600 metri quadrati, 400 metri cubi di rifiuti speciali non pericolosi e un escavatore cingolato.
Ancor più sorpresi quando abbiamo potuto collegare questa notizia ai lavori in corso (!) presso le foci del Lago Fusaro, nell’ambito del Progetto grandi laghi a cui tante speranze hanno affidato le comunità di Bacoli e Monte di Procida.
Le conseguenze immediate sono state ovviamente l’interruzione dei lavori sulla foce del Lago Fusaro, di per sé non ancora completati, e a cascata problemi sul completamento dell’Emissario N-O anch’esso adesso fermo ed ampliamente incompleto. Si tratta, per intenderci, della condotta che dovrebbe permettere ai reflui di Monte di Procida di non passare più per la condotta attualmente in esercizio (con gli allagamenti ripetuti della rotonda Miliscola, di Piazza Rossini, di via Cuma, sino agli sversamenti in piena strada del Picchetto 31 adiacente tra l’altro all’Istituto scolastico) ma di prendere una strada parallela, in gran parte per l’Area del Gavitello così da poter arrivare con “serenità” al Depuratore di Licola.
Bene la scelta di aprire un tavolo programmatico con l’amministrazione Comunale di Monte di Procida (si poteva e doveva fare molto prima) visto quanto abbiamo detto sopra. Ci auguriamo che questo tavolo produca risultati non più rinviabili.
Male il conflitto istituzionale che su questo argomento, a suon di comunicati stampa, si è creato tra il Comune di Bacoli e quello di Pozzuoli. Al di là dei risvolti penali che la cronaca ha pur evidenziato, resta l’amarezza per non saper dialogare con coloro con cui si dovrebbe più collaborare.
A questo punto non si comprende perché se i lavori sono gestiti da un’unica struttura amministrativa per tutti i Comuni coinvolti, non esiste un analogo tavolo dove le incomprensioni, le incongruenze progettuali e quant’altro rallenti il buon esito dei lavori progettati e finanziati dallo Stato possano stemperarsi.
Chi ha responsabilità di Governo le eserciti nel nome della propria collettività.
Sul bilancio il discorso è presto fatto.
Hai voglia a riaccertare residui attivi e passivi. Scoprirai sempre che la coperta è corta e che le poche risorse che, apparentemente, sembrano disponibili o lo sono sulla carta o vanno a rimpinguare il fondo del dissesto.
Di qui il parere inevitabilmente negativo dei Revisori dei Conti che, temiamo, apre la strada ad una ulteriore dichiarazione di dissesto finanziario.
Si finisce sempre per non imparare la lezione.

Notizia interessante

Una piazza a Baia intitolata a Enzo Rigatti.

Bacoli avrà una piazza intitolata ad Enzo Rigatti. Una vita spesa al servizio della comunità, …