Home » Eventi » SOLIDARIETA’ IN CAMPO: UN GESTO D’AMORE PER IL BENIN

SOLIDARIETA’ IN CAMPO: UN GESTO D’AMORE PER IL BENIN

SOLIDARIETA’ IN CAMPO: UN GESTO D’AMORE PER IL BENIN

Galleria Umberto I – Napoli. Martedì 14 luglio 2020 il Consolato del Bénin a Napoli nella persona del Console Giuseppe Gambardella ha accolto presso la sua Sede Istituzionale il Sig. Ciro Amoroso, operatore culturale presso l’Ufficio Turismo e Beni Culturali del Comune di Bacoli e il Sig. Nicola D’Orso per la consegna ufficiale dei fondi di beneficenza raccolti in occasione delle iniziative culturali messe in campo per creare ponti di solidarietà Italia-Bénin.
Presente all’incontro il Comandante dei Carabinieri della Compagnia di Napoli Centro, Cap. Luca Mariano.

Il lodevole impegno dell’ideatore Amoroso ha avuto come scopo la partecipazione ad un progetto umanitario in Repubblica del Bénin e ha visto la partecipazione attiva di sostenitori come il Maestro Placido Frisone, il Sig. Giovanni Frisone, il Sig. Nicola D’Orso, il Dott. Marco Nicoletti e la Sig.ra Lucia Di Meo.

“Non è la prima volta che il Sig. Amoroso è dedito alle iniziative umanitarie intraprese dal Consolato del Bénin a Napoli. Il suo sostegno non è mai mancato e questo ennesimo gesto d’amore e di speranza è la dimostrazione dei radicati valori di un uomo che si prodiga a favore di tante donne e bambini che purtroppo sono ancora alla ricerca di una dignità paritaria al resto del mondo. A lui e a tutti i nobili benefattori va il mio sincero riconoscimento”, ha dichiarato il Console Giuseppe Gambardella.

Tra gli eventi di solidarietà ricordiamo il cultural meeting tenutosi presso la luculliana cornice della Casina Vanvitelliana del Parco Fusaro nel settembre 2019 che ha avuto come focus centrale la proiezione dell’audiovisivo “KYME” dedicato alla storia della fondazione della Città greca di Cuma e curato dagli autori Ciro Amoroso, Nicola D’Orso, Giovanni Frisone e M° Placido Frisone.
Ospite d’onore alla serata il Prefetto dell’Atacora- Repubblica del Bénin, S.E. Lydie Martine Déré Chabinah, in occasione della sua visita istituzionale a Napoli.

Durante la festività del Carnevale, inoltre, grazie alla sua creatività nonché al fascino della sua potente ars oratoria, il Sig. Amoroso nelle vesti di un Centurio della Classis Preatoria Misenensis è riuscito a coinvolgere l’intera popolazione bacolese attraverso lezioni, citazioni, gadget e foto trovando così molti sostenitori della nobile causa.

La sensibilizzazione verso l’importante tematica dell’acqua come fonte di vita è stata presentata attraverso la riscoperta di ciò che fecero i Romani, ovvero di come seppero sfruttare al meglio la risorsa realizzando la Piscina Mirabile quale punto di raccolta finale dell’acquedotto che portava l’acqua dal Serino fino ad approvvigionare la flotta romana di Miseno.

“Un sincero ringraziamento va inoltre al Comune di Bacoli nella persona del Sindaco Dott. Josi Gerardo Della Ragione e del Presidente del Consiglio Comunale Dott. Mauro Cucco, per la devoluzione degli incassi del Real Sito Borbonico nell’ambito dell’iniziativa “Illuminiamoci per il Bénin” avvenuta lo scorso 7 gennaio 2020 presso la suggestiva Casina Vanvitelliana del Parco Fusaro” – ha concluso Gambardella.

Notizia interessante

Alla Necropoli di Cappella “il Parco in Maschera”. Le interviste di Paco Smart.

Necropoli di Cappella. Applausi per MEMENTO …SINE TEMPORE..di Antonio Colandrea IL PARCO IN MASCHERA NECROPOLI …