Home » Rassegna stampa » Monte di Procida, il comune non richiede contributi per perizie di sicurezza sismica

Monte di Procida, il comune non richiede contributi per perizie di sicurezza sismica

Regione Campania, il 5 agosto 2019 venne pubblicato il Decreto Dirigenziale n. 313 del 30.07.2019 ad oggetto “Approvazione Manifestazione di interesse per la concessione di contributi finalizzati alla redazione di perizie per la sicurezza sismica degli edifici/infrastrutture di interesse strategico o rilevante di proprietà pubblica“.

La manifestazione di interesse era finalizzata all’individuazione di edifici di interesse strategico e opere infrastrutturali di proprietà pubblica la cui funzionalità durante gli eventi sismici assume rilievo fondamentale per le finalità di protezione civile (edifici e opere infrastrutturali strategiche) ed edifici e opere che possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un collasso (edifici e opere infrastrutturali rilevanti), cui destinare contributi per l’esecuzione delle verifiche tecniche, obbligatorie ai sensi dell’art.2 comma 3 dell’Ordinanza n.3274/03.

L’obiettivo è quello di eseguire una ricognizione a livello regionale dei fabbisogni dei Comuni in relazione alla necessità di accertare il livello di adeguatezza del proprio patrimonio edilizio rispetto agli standard definiti dalle norme tecniche vigenti e consentire l’ottimizzazione di strategie per la mitigazione del rischio sismico.

Il primo termine di scadenza venne fissato al 30 luglio 2019, successivamente prorogato all’11 ottobre 2019.

Il vicino comune di Bacoli ha richiesto 11 perizie per altrettanti istituti scolastici ed edifici comunali.

Il comune di Monte di Procida non ha invece presentato nessuna richiesta di perizia. Al momento non ne conosciamo i motivi.

Commenti:

Notizia interessante

CoronaVirus, 10 nuovi positivi in Campania su 2162 tamponi; percentuale 0,46%

Positivi del giorno: 10 Tamponi del giorno: 2.162 Totale positivi: 5.009 Totale tamponi: 334.998 Deceduti …