Home » Dialetto » ‘A Semmana Muntese, n.4 – Mutturrate e vitro, i fattarielli montesi letti ed interpretati da un montese d.o.c.

‘A Semmana Muntese, n.4 – Mutturrate e vitro, i fattarielli montesi letti ed interpretati da un montese d.o.c.


L’obiettivo primario di questa rubrica, che si basa sulla pubblicazione in versione dialettale (e colorita) delle principali notizie pubblicate da montediprocida.com, è quello di conservare e diffondere il nostro dialetto riportandolo all’attenzione, soprattutto delle nuove generazioni.

L’audio con la lettura dialettale e la straordinaria interpretazione dei “fètti” sono opera di un nostro compaesano d.o.c. che per il momento vuole restare anonimo.

Nuova frana ad Acquamorta

Rummenec’ammatina ce stèto nènda mutturrata abbescio ‘u mare, facce e fronte a sènt Martino; propeto lò, azzicco a ‘u popò. E’ caruta abbèscio puzzulamma e rapì a còfane. A bellebuono se aizèto na muntagne re povere ca cummigghièto tutte còse, nun se cècave chiù niènde. Eh, ma urdimamente succere troppo spisso, stu paese se sta scunucchianne appriesso appriesso. Cò ‘u rammèggio è ruosso. Mo sa verè che via s’à pigghiò, cò chisà qualu iuorno iamma fernì tuttu quènte ra coppabbèscio.

Mancata raccolta vetro

Marò, e cu chesta sò tre semmane ca nun arrecuzzeno cchiù ‘u vrito. Tengo nu casino a casa mai visto. Nun se capisce cchiù niènde! Buttegghie r’uogghie, buccacce felliète, lastre scassète, bicchiere singhiète, scarde re dammiggiane… Nun tengo cchiù arò stipò. Comme sà fò, comme sà fò?

Leggi ed ascolta tutti gli altri fattarielli in dialetto montese pubblicati in precedenza

— Pasquale Mancino



Commenti:

Notizia interessante

Monte di Procida, arrestati 4 rom dopo inseguimento dei carabinieri nelle campagne montesi

Aggiornamento delle ore 20.30 Secondo le ultime notizie che siamo riusciti a reperire sembra che …