Home » Cultura » La Madonnella di via Filomarino, forse non tutti i montesi sanno che…

La Madonnella di via Filomarino, forse non tutti i montesi sanno che…

E’ sicuramente uno dei luoghi molto conosciuti di Monte di Procida, eppure, non proprio tutti i montesi sanno cosa ci fa proprio li una statuetta della madonna, a che epoca risale e soprattutto chi l’ha realizzata e perché.

madonnella-1A Monte di Procida, in via Filomarino proprio all’angolo con la III traversa, laddove la strada inizia a restringersi, troneggiante sulla facciata della casa del civico 28 c’è una statua in miniatura della Madonna Assunta. Tale luogo è identificato dai montesi come “ncopp a Marunnè” o “for a Marunnell“. Insomma a dare il nome al piccolo borgo è proprio la presenza della statua.

Spulciando il libro del prof. A.A.GnolfoMonte di Procida ANTICA MISENUM” si scopre che quella scultura eseguita con tecnica primordiale fu realizzata nel periodo della prima guerra mondiale ad opera di alcuni giovani procidani che, retinenti alla leva, scelsero di “imboscarsi” scegliendo di nascondersi a Monte di Procida presso parenti e conoscenti per sentirsi al sicuro e nello stesso tempo mantenere facilmente i contatti con le famiglie a Procida.

Questi giovani ragazzi di Procida, privi di ogni più elementare conoscenza dell’arte plastica ed iconografica, vollero, in qualche modo, disobbligarsi nei confronti dei montesi che li avevano ospitati e soprattutto nei confronti della Madonna del Monte che aveva ascoltato le loro preghiere e quelle dei familiari e li aveva protetti.

Tentarono così di creare un’immagine della Madonna Assunta, alla quale i procidani sono molto devoti e, la cui primitiva statua leggenda vuole essere stata trovata sulla spiaggia di Acquamorta proprio da pescatori procidani.

Pasquale Mancino

P.S. Un ringraziamento a Pasquale Lubrano di Procida Oggi per le preziose informazioni.

Commenti:

Notizia interessante

VIDEO – Il sostegno del Generale Carmine De Pascale a Peppe Pugliese

Grazie al Generale Carmine De Pascale per questo video e per le belle parole. Sempre …