Home » Ambiente » FIGLIOLIA: NO ALLA DISCARICA, SÌ AL MIGLIORAMENTO DELLA DIFFERENZIATA

FIGLIOLIA: NO ALLA DISCARICA, SÌ AL MIGLIORAMENTO DELLA DIFFERENZIATA

Il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, ha tenuto questa mattina una conferenza stampa per fare il punto della situazione sull’ipotesi discarica del Castagnaro e ribadire la posizione dell’amministrazione puteolana: «Vogliamo innanzitutto mantenere fede a una promessa – ha dichiarato Vincenzo Figliolia – Faremo una seduta del Consiglio comunale nell’ex cava del Castagnaro per dare un segnale tangibile ai cittadini sul nostro no alla discarica. Questo territorio ha già sofferto abbastanza con la discarica di Pianura e col depuratore di Cuma. I criteri di scelta dei siti devono essere altri: io sono contrario alla provincializzazione, ad esempio. Inoltre – ha proseguito il sindaco – abbiamo appreso con soddisfazione della posizione contraria del Consiglio provinciale e dello stesso presidente della Provincia Luigi Cesaro. Adesso chiediamo un incontro al governatore Stefano Caldoro, assieme a Cesaro e agli altri sindaci della zona flegrea, affinché il commissario Vardè stralci dal piano la cava del Castagnaro». Il sindaco ha poi sottolineato che l’amministrazione comunale sta contemporaneamente approntando dei provvedimenti per migliorare la raccolta differenziata: «Il nostro obiettivo è di portarla per fine anno dall’attuale 40% al 65%, secondo quanto chiede la legge, adottanto misure in progressione. Lunedì, la differenziata partirà anche nel quartiere di Agnano-Pisciarelli, mentre già da domani inizieranno i lavori di bonifica in un’area a ridosso di via Napoli per realizzare un’altra isola ecologica, che servirà il centro storico e in particolare le attività di ristorazione».

Alla conferenza stampa erano presenti anche l’assessore all’Ambiente, Franco Cammino, il sindaco di Quarto, Massimo Carandente Giarrusso, e l’avvocato Luigi Rossi in rappresentanza del comitato antidiscarica del Castagnaro.

L’assessore Cammino ha mostrato una nota giunta in questi giorni dal Ministero dell’Ambiente, in cui si ribadisce come l’area del Castagnaro sia sottoposta alle norme di tutela ambientale e che quindi gli unici interventi possibili sono quelli «volti alla conservazione e al miglioramento del verde ed interventi di risanamento e restauro ambientale, vietando, tra le altre opere, anche l’utilizzazione di ex cave esistenti in zona».

Il sindaco di Quarto, Massimo Carandente Giarrusso, ha dichiarato che «il governatore Caldoro e il commissario Vardé non possono non tenere conto della volontà espressa dai consiglieri regionali, provinciali e dei Comuni flegrei, e che in caso contrario siamo disponibili anche alle dimissioni in massa». «Ma occorre fare presto, non abbiamo più tempo», ha aggiunto Luigi Rossi.

Commenti:

Notizia interessante

Monte di Procida Diserbamento e pulizia di tombini e caditoie.

Monte di Procida. Continuano i lavori di pulizia di strade e zone del paese e …