Home » Annunci » Monte di Procida: premio speciale per migliore raccolta carta

Monte di Procida: premio speciale per migliore raccolta carta

Premio speciale per migliore raccolta carta e cartone per i comuni di Anacapri (Na), Sorrento, Salerno. Miglior raccolta imballaggi in plastica per il comune di Carbonara di Nola (Na), Baiano (Av), Montesarchio (Bn), Orta di Atella (Ce), Torre Orsaia (Sa); per miglior raccolta imballaggi in alluminio per Piano di Sorrento; per imballaggi in vetro per Reggiano (Sa), Portici (Na), Mercogliano (AV), Piedimonte (Ce) e S. Angelo a Cupolo (Av). Premio Speciale per la raccolta differenziata nei comuni turistici ai comuni di Casalvelino, Pollica, Cetara, Positano, Minori, San Giovanni a Piro, Monte di Procida, Vico Equense . Inoltre Legambiente ha dato un riconoscimento a quei comuni o realtà territoriali che hanno avviato nell’anno in corso la raccolta differenziata con buoni risultati. Tale menzione speciale è andata a Bagnoli (Napoli), Barra (Napoli), Acerra, Benevento, Cava dei Tirreni, Chiaiano (Napoli), Frigento, Marano, Mugnano, Nocera Inferiore, Ponticelli (Napoli), Rione Alto (Napoli).

«L´iniziativa – ha commentato Stefano Ciafani, responsabile scientifico Legambiente – assume un doppio significato. Da un lato, premiare quei comuni hanno raggiunto quote rilevanti di Raccolta Differenziata per rimarcare che, in Campania, si possono raggiungere cifre invidiabili e, dall´altro, lanciare un monito e un invito a quei comuni che fanno ancora poco, dimostrando di voler uscire dall´emergenza che li attanaglia, più a parole che con scelte concrete. La riduzione e la differenziata dei rifiuti è la strada maestra per uscire dall’emergenza ma è parallelamente è necessario un giro di vite contro il cancro del traffico illecito dei rifiuti tossici e nocivi, far partire la messa in sicurezza , la bonifica ed il ripristino ambientale dei siti inquinati. Solo in questo- conclude Ciafani – possiamo ricostituire il capitale sociale fatta di fiducia e partecipazione dei cittadini».

Legambiente in occasione di Comuni Ricicloni 2009 ha presentato il risultato di un questionario posto ai comuni della Campania. L’analisi delle risposte al Questionario permette di trarre alcune significative considerazioni utili a tracciare il percorso che i comuni dovranno intraprendere, per raggiungere l’obiettivo del miglioramento della propria gestione dei rifiuti. Oltre il 94% dei comuni campani utilizza ancora la TARSU come sistema di finanziamento del servizi di gestione dei rifiuti. Il compostaggio domestico viene adottato da quasi la metà dei comuni. quasi il 60% dei comuni, infatti, dispone o stata realizzando un’isola ecologica sul proprio territorio. Oltre il 90% dei comuni ha avviato sistemi di raccolta differenziata dei rifiuti urbani pericolosi (pile, farmaci, ecc.) o di particolari frazioni merceologiche (esempio oli vegetali). Pochi comuni hanno avviato campagne di comunicazione ed educazione ambientale, ma quasi il 90% dichiara di voler intraprendere opere di sensibilizzazione. Durante la presentazione del dossier Legambiente Campania ha presentato un vortale informativo www.comuniricicloni.org che offre un servizio dinamico d aggiornamento continuo dei dati sulla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

fonte: Corrieredelmezzogiorno

Commenti:

Notizia interessante

BACOLI.Avviso pubblico per la frequenza ai Centri Estivi per bambini e ragazzi da 3 a 14 anni

Avviso pubblico per l’assegnazione del Bonus per la frequenza ai Centri Estivi per bambini e …