Home » Rassegna stampa » Da 'Il Notiziario Flegreo' del 3 marzo 2004

Da 'Il Notiziario Flegreo' del 3 marzo 2004

Quattromila euro partono per il Sudan(Monte di Procida)- Quattromila euro circa, più o meno otto milioni delle vecchie lire: tanto è stato raccolto sabato durante la manifestazione di beneficenza in favore del progetto di costruzione di un ospedale diocesano a Mapuordit, nel Sudan meridionale.

Lo spettacolo, si è svolto nella sala teatro della chiesa di Sant’Antonio a Casevecchie, dove la compagnia “Artisti all’Asta” ha portato in scena “Ammore… mon Amour”, con Gigy Comune e Alessandra Iorio.

L’impegno di tutti, dal comitato organizzatore, composto dal cavalier Giancarlo e dalla dottoressa Ebe Sichenze, da Giovanna Russo, da Luigi e Gianna Ambrosino, alla compagnia teatrale che ha offerto lo spettacolo gratuitamente, a tutti coloro che hanno collaborato a vario titolo all’iniziativa, tra cui i parroci, don Leonardo Carannante e don Carmine Guida, Peppina e Luisa Schiano, Antonietta Scotto D’Abusco, le professoresse Aurora Parascandola e Marisa Fevola, coordinatrice del Laboratorio Missionario di Monte di Procida, ha dato i suoi frutti.

La sala era gremita di ospiti e personalità provenienti da Bacoli, da Giugliano, da Pozzuoli, “ma la cosa strana, e il nostro rammarico –dicono i promotori dell’iniziativa- è che proprio Monte di Procida è stata poco presente… il nostro ringraziamento va a tutti, da chi ha contribuito all’organizzazione della serata a tutti coloro che vi hanno partecipato. Speriamo comunque che, andando avanti con lo stesso impegno, riusciremo a coinvolgere un numero sempre maggiore di persone e, ci auguriamo, soprattutto tanti nostri concittadini”.

Comunque, la catena di solidarietà si è costituita, e i primi anelli sono proprio quei 4mila euro raccolti nell’ambito della manifestazione, realizzata dal gruppo Missionario di Monte di Procida, con il patrocinio del Comune, e in collaborazione con l’Unsi (Unione Nazionale Sottufficiali Italiani), cui altre ne seguiranno per continuare a sostenere il progetto-Mapuordit: “Le tante offerte ricevute contribuiranno a realizzare il nuovo ospedale –dicono con soddisfazione i promotori dell’iniziativa- abbiamo raccolto più di quanto sperassimo, ma non basta, e perciò creeremo altre occasioni di incontro per far conoscere questa realtà drammatica, di frontiera, e per sostenere l’azione del dottor Iannetti, che dirige il presidio di fortuna tra mille difficoltà, in un paese lacerato dalla guerra.

La solidarietà dimostrata sabato comunque –concludono gli organizzatori- ci incoraggia perché dimostra che c’è grande sensibilità verso il problema”, verso un dramma che è lontano da noi, ma non abbastanza…

Commenti:

Notizia interessante

Riapre il Drive In della Contrada La Schiana.

il Drive In Pozzuoli situato alla Contrada La Schiana poco distante dall’ospedale S.Maria Delle Grazie …